rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Funerale e saluto in piazza: Pisa dice addio all'assessore Gianna Gambaccini

Prima la cerimonia alla Chiesa Parrocchiale della Sacra Famiglia a Cisanello, poi il momento pubblico davanti al Comune

Dopo lo sgomento dei primi momenti, con i numerosi messaggi di cordoglio da ogni parte dell'arco civile e politico cittadino, oggi 25 ottobre è stato il giorno dell'ultimo saluto a Gianna Gambaccini. L'assessore al sociale e presidente della Società della Salute si è spenta a 49 anni a causa di una malattia contro la quale combatteva da tempo, una battaglia che appariva in via di miglioramento. Poi purtroppo, venerdì scorso, la terribile notizia.

Sono stati due i momenti di raccoglimento, non solo per i familiari ma per tutta la cittadinanza. I funerali si sono tenuti alla Chiesa Parrocchiale della Sacra Famiglia, a Cisanello, poi c'è stato il momento d'incontro pubblico in Piazza XX Settembre davanti Palazzo Gambacorti. 

Moltissimi i cittadini, oltre alle istituzioni, che hanno voluto partecipare alle esequie in chiesa. Tanti hanno presenziato da fuori alla funzione. Nelle condoglianze e nei racconti di chi ricorda Gianna si fondono e sovrappongono i valori umani e l'impegno istituzionale profuso da Gianna, segno di una unione fra la vocazione alla professione medica e l'assistenza degli ultimi nel ruolo di assessore. "La vostra presenza qua - ha detto il marito Biagio nel suo saluto ai presenti - dimostra quanto Gianna ha fatto nella sua, seppur breve, esistenza. Ho visto e ricevuto in questi giorni una grande vicinanza". E in questo senso Biagio ha voluto ricordare e ringraziare "quelle persone che non ho mai conosciuto prima, ma che sono venute, perché quando hanno avuto bisogno Gianna le ha aiutate. Sempre con il suo sorriso". 

Sia in chiesa che in Piazza XX Settembre si sono susseguiti i commossi saluti di chi in questi anni ha accompagnato e sostenuto la sua attività pubblica. L'europarlamentare Susanna Ceccardi l'ha ricordata come "una donna straordinaria. Non solo per il suo impegno ed abnegazione, ma perché ci metteva il cuore nel cercare di risolvere i problemi. Non si risparmiava mai. La politica deve raccogliere il suo esempio". Molto toccato il presidente del Consiglio Comunale di Pisa Alessandro Gennai: "La conoscevo da quando aveva vent'anni, da quando si fidanzò con Biagio". Difficile, come per tutti, tenere a freno le lacrime. "E' stata studiosa e ricercatrice, dedita ai propri pazienti, così come nel suo incarico pubblico, verso i più in difficoltà. Gianna ascoltava tutti. Era forte e decisa, ma sempre con la sua capacità di essere un supporto amichevole. Non ha mai mollato, neanche quando si è accorta della malattia".

"Era a disposizione di tutti" ha detto il sindaco Michele Conti in piazza, parlando poi degli ultimi atti dell'assessore, cioè "una delibera per uno spazio ai medici di base per fare la terza dose". Poi quello che sembra un testamento politico: "In un foglietto mi ha scritto di pensare alle case popolari. Lo tengo sulla scrivania, cercherò di continuare la sua opera". 

Fra i consiglieri il capogruppo della Lega Paolo Cognetti ha sottolineato "la grande vicinanza di tutti i gruppi consigliari al cordoglio. Gianna, non ti dimenticheremo". In rappresentanza delle opposizioni ha parlato il capogruppo Pd Matteo Trapani: "La città di Pisa è una famiglia, con le sue dinamiche complesse. L'assessore Gambaccini, magari con idee diverse dalle nostre, si è sempre mossa dentro il confronto politico. Il nostro pensiero e il grazie va alla famiglia".

L'ultimo applauso c'è stato davanti Palazzo Gambacorti, con il segno di lutto sulla bandiera pisana. Maurizio Nerini (FdI): "Ci sono poche parole da poter dire... ci mancherà il suo sorriso". Riccardo Buscemi (FI): "Voglio ricordare la sua determinazione e la sua voglia di fare, ma anche l'umanità, oltre quel pragmatismo che il ruolo di assessore richiede". Il presidente della Provincia Massimiliano Angori: " Ho apprezzato Gianna in questi anni, trovando in lei una valida interlocutrice, pronta a trovare soluzioni nell'interesse dei cittadini anche sui tavoli più complessi". "Era la mia presidente - dice il sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio, in rappresentanza della Società della Salute - le rendiamo tutti omaggio, se lo merita. La politica oggi è più povera, perde una grande amministratrice". Così anche il deputato Edoardo Ziello: "Gianna era un punto di riferimento, una figura chiave che lascia un vuoto incolmabile".

Funerale e ricordo in piazza dell'assessore di Pisa Gianna Gambaccini

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funerale e saluto in piazza: Pisa dice addio all'assessore Gianna Gambaccini

PisaToday è in caricamento