Cronaca

Furto in casa da 60mila euro e 3 colpi al ristorante: famiglia assediata dai ladri

Nel giro di due mesi l'Osteria San Paolo in centro ha subìto 3 furti, con il proprietario che è stato anche derubato nella sua casa a Barbaricina

Foto dello sfogo su Facebook di Elena Bibbiani

E' un accanimento che ha dell'incredibile quello che Carlo Bibbiani ha subìto negli ultimi due mesi. Carlo, 70 anni ed una verve invidiabile, è il titolare dell'Osteria San Paolo, che ha aperto nell'omonima via del centro nel 2011. Ha fondato e gestito per oltre vent'anni la pasticceria Cristallo in Corso Italia, poi la vendita e l'avventura nella ristorazione. Adesso la sua preoccupazione sono i ladri: 3 furti nel suo esercizio, con anche un grave assalto subìto in casa, fruttato ai malviventi circa 60mila euro in beni e gioielli.

Tutto è cominciato con un primo colpo all'esercizio di via San Paolo il 9 dicembre scorso. Ricorda tutto benissimo Carlo: "Hanno spaccato una finestra di notte, hanno rubato poco, fra tutto 3-400 euro, buttando tutto all'aria. Circa mille gli euro di danni. La seconda volta, una settimana dopo, sono venuti di pomeriggio". E questa volta la refurtiva è stata di valore, 4mila euro di vino. La dinamica ha dell'assurdo: "Inizialmente mi ha chiamato la Polizia, che avvisata da un abitante del posto ha trovato in un cunicolo nascosto in via La Maddalena 12 casse di vino intestate a me. Dopo i controlli ho visto che ne avevano rubate 32, entrando rompendo il cancello sul retro. La sera gli agenti mi hanno riportato le 12 casse ritrovate e le abbiamo sistemate al loro posto, dietro la cucina. Nemmeno un'ora e le hanno rubate di nuovo".

"E' stato quasi come se i ladri avessero detto 'le abbiamo prese, sono nostre, cosa volete?'" è il commento amaro di Carlo. Purtroppo il peggio doveva ancora arrivare. Mercoledì 24 gennaio, nel giro di due ore, gli hanno svaligiato la casa in via Tommaso Rook a Barbaricina. "Eravamo a casa di mia figlia, che abita a nemmeno 150 metri. Non avevamo messo quindi l'allarme. E' successo tutto fra le 17.30 e le 19.30. Sono entrati rompendo la porta sul retro ed hanno fatto di tutto, devo ancora finire di sistemare. Perfino i Carabinieri sono rimasti interdetti". I ladri hanno portato via beni e gioielli per circa 60mila euro. Impressionante la meticolosità delle ricerche dei preziosi, segno evidente che fossero professionisti. "Hanno spostato ad esempio la vasca da bagno, hanno smontato armadi e scrivanie, tutto per trovare luoghi segreti o la cassaforte. Che nemmeno ho. Dovevano essere almeno in 3 o 4 ci hanno detto i Carabineri".

L'ultimo furto al ristorante è di sabato scorso. "Solita storia, mi chiama la Polizia che un vicino ha visto movimento. In due hanno preso due casse di vino a testa, a braccio, ed il computer".

La preoccupazione adesso è costante. "A casa metteremo l'allarme perimetrale esterno, anche per il giardino, oltre quello interno. E' un problema grosso. Ho ricevuto tanta solidarietà, ma ora serve altro. Ero incerto sul far uscire questa storia, ma vediamo se adesso succede qualcosa". La storia è inizialmente emersa con lo sfogo su Facebook della figlia di Carlo, Elena, un post diventato presto virale sul social in blu. "La rabbia più grande dopo tutto questo - ci ha detto Elena - è che poi ti chiedi 'adesso che faccio?'. Ti senti impotente. A 70 anni i problemi di mio padre dovrebbero essere altri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in casa da 60mila euro e 3 colpi al ristorante: famiglia assediata dai ladri

PisaToday è in caricamento