Cronaca

Furti a raffica nella notte in città: apprendisti ladri imparano il 'mestiere'

Bottino magro anche se ingenti sono i danni causati a porte e finestre forzati. Polizia al lavoro sulle immagini della videosorveglianza

In pratica potrebbe essere stata un'esercitazione per insegnare il 'lavoro' a futuri ladri. Questo il pensiero delle forze dell'ordine dopo i numerosi raid compiuti negli esercizi commerciali della città della Torre la notte scorsa, tra domenica 8 e lunedì 9 ottobre. Più volte sono suonati gli allarmi in diverse zone di Pisa.

Ladri, o apprendisti tali, in azione all’oratorio di Ghezzano, al bar Salvini, al bar-tabaccheria Kandisky nella Galleria Gerace, alla Biblioteca SMS, nel negozio Bijoux di via Corridoni, alla residenza studentesca Rossellini, in un’agenzia di assicurazioni in via Bargagna, e forse in altri. "In tutti i casi si sono verificati danni per le porte e le finestre forzate per entrare, mentre il bottino si è limitato agli spiccioli dei fondi-cassa. Non sono stati toccati computer, tablet e alcolici. Da Salvini rubate le sigarette - sottolineano dall'amministrazione comunale - la modalità dei fatti fa appunto pensare ad una nottata dedicata all’apprendimento di futuri ladri". La Polizia sta ricostruendo l’accaduto attraverso la visione delle immagini riprese dalle telecamere dalla videosorveglianza. Soprattutto le telecamere del bar Salvini avrebbero ripreso bene i due individui autori del furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti a raffica nella notte in città: apprendisti ladri imparano il 'mestiere'

PisaToday è in caricamento