Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Porta a Lucca / Via Leonardo da Vinci

Ghezzano, svaligiano un appartamento e si nascondono dietro una siepe: arrestati

I padroni di casa, rientrando, avevano notato i malviventi che si allontanavano, poi l'amara sorpresa: l'appartamento era completamente a soqquadro. In due, entrambi con precedenti, sono finiti in manette, mentre un terzo complice è riuscito a scappare

Rientra in casa con il fidanzato e trova l'appartamento svaligiato. Poco prima aveva notato due persone sospette che si allontanavano: erano i ladri che erano stati probabilmente disturbati dal ritorno appunto dei padroni di casa. E' successo stanotte intorno all'una e mezzo in via Leonardo da Vinci a Ghezzano, nel comune di San Giuliano Terme. In tre entrano in azione in un'abitazione: si tratta di Z.A., georgiano di 30 anni, L.F., estone di 33 anni, entrambi senza fissa dimora e pluripregiudicati per reati contro il patrimonio. Con loro anche un altro complice che è però riuscito a scappare.

La ragazza, di 23 anni, vittima della rapina, è la fidanzata del figlio di un sottufficiale di Polizia ferito in uno spericolato inseguimento di Ferragosto. I giovani, spaventati, hanno chiamato il poliziotto, il quale, sebbene ancora convalescente per le ferite riportate nel corso dell’operazione, ha tempestivamente avvisato la sala operativa, fornendo tutte le indicazioni necessarie.

Le Volanti, sopraggiunte nel giro di pochi minuti, hanno arrestato i due, i quali, fidando del buio, si erano acquattati nelle siepi che circondano il condominio.

I ladri erano penetrati nell’appartamento senza forzare la serratura. Infatti la vittima al proprio rientro ha notato quale unica stranezza il fatto che la porta non fosse chiusa a chiave, cosa che invece ricordava di aver fatto. L’appartamento ovviamente era stato messo a soqquadro e i ladri avevano persino scovato una cassaforte, nascosta dietro un quadro, che hanno tentato invano di scassinare con un grimaldello abbandonato sul posto.

I due sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e possesso di arnesi atti allo scasso. Stamattina sono stati processati per direttissima e condannati entrambi ad un anno e sei mesi, pena sospesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghezzano, svaligiano un appartamento e si nascondono dietro una siepe: arrestati

PisaToday è in caricamento