Bancomat fatto esplodere: furto da 36mila euro a Casciana Terme

Presa d'assalto nella notte la Cassa di Risparmio di Volterra. Ad agire sono stati in tre

Immagine di archivio

Colpo da professionisti questa notte, intorno all'una e trenta del 22 gennaio, a Casciana Terme. Tre persone, con guanti ed a volto coperto, hanno preso d'assalto il bancomat della Cassa di Risparmio di Volterra a Casciana Terme. Hanno posizionato dell'esplosivo in una cavità ed hanno fatto saltare la chiusura, portando quindi via il denaro. Il colpo è fruttato circa 36mila euro. Tale tecnica è nota e viene definita dagli inquirenti 'della marmotta'.

Ad agire, si apprende, sono stati in tre, ripresi dalle videocamere di sorveglianza. Sul caso indagano i Carabinieri di Pontedera. Un episodio simile, senza però successo, era avvenuto a Cascina nei primi giorni del mese

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(immagine di archivio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Coronavirus in Toscana: 91 nuovi casi, un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 119 nuovi positivi: 18 casi in più a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento