menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccata al bar in Piazza Viviani: "Di notte la zona è abbandonata"

Amaro il titolare del chiosco Il Pirata sul lungomare di Marina di Pisa, Andrea Borelli: "Danni e qualche birra rubata. Ti senti inerme, manca sicurezza"

Finestra spaccata e confusione, il registratore di cassa a terra. E' lo scenario che il titolare del bar Il Pirata, il chiosco in Piazza Viviani a Marina di Pisa, ha trovato questa mattina 28 novembre presso il proprio locale. E' purtroppo un bis, la volta scorsa, molto simile, risale a fine estate. "Non hanno rubato nulla, se non qualche birra - dice Andrea Borelli - c'è il danno alla finestra, devo sperare che non sia rotta la cassa, che solo quella sarebbero in caso mille euro. Fa più male il fatidio di dover subìre questi episodi, azioni probabilmente di balordi. Ti senti inerme, praticamente ti entrano in casa e non puoi fare nulla. Servirebbe maggiore sicurezza, questa zona di notte è abbandonata".

Sulla porta d'ingresso campeggia l'impronta di una scarpa: "Inizialmente - ricostruisce il titolare - hanno provato a sfondare la porta, ma non ci sono riusciti. E' antipanico, è tosta da rompere. Così hanno spaccato l'angolo della finestra, come la volta scorsa, sono entrati ed usciti indisturbati. Ho una telecamera, ma di sera non si vede niente". Potrebbero essere dei giovani, i responsabili: "La grandezza dell'impronta sembra di qualcuno non grosso di statura, poi nel bar c'erano anche le scatole delle offerte della solidarietà ed un cellulare, che non sono stati toccati. Sembra un'azione fatta per noia, a spregio". Un'azione deliberata: "Intorno alle 21 mi ha chiamato un amico dicendomi che c'era già la pedata sulla porta, ma non i vetri a terra. Quindi sono proprio tornati in seguito per colpire".

"Ma poi - continua a sfogarsi Andrea - cosa si spera di trovare oggi in un locale? Sono chiuso da 2 settimane, per la zona rossa, dato che non faccio asporto. Nessuno lascia più il fondo cassa nel proprio locale. E' un furto che non ha senso". In 12 anni di gestione questa è la quinta visita indesiderata. "Questa estate - conclude il barista - ci sono stati vari episodi così, Marina non è sicura, ci sono varie sedi delle forze dell'ordine ma servirebbero pattuglie e controlli. Altrimenti è la solita trafila, denunci e nessuno paga".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

social

Ricette locali, la trippa alla pisana

Utenze

Bollette luce e gas, quando e come chiedere la rettifica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento