rotate-mobile
Cronaca Pontedera

Viene scoperto a rubare il carburante da un camion: calci e pugni prima dell'arresto

Il 43enne pluripregiudicato ha riempito diverse taniche di carburante prima di essere bloccato dai proprietari del mezzo pesante

Una volante del Commissariato di Pontedera è intervenuta nel tardo pomeriggio di sabato 22 ottobre nella zona industriale La Bianca, dove era in atto il furto di carburante dall’interno del serbatoio di un camion. Sul posto gli agenti hanno individuato due autotrasportatori, padre e figlio residenti a Pontedera, che erano riusciti a bloccare l’autore del furto commesso in loro danno. L’uomo, un 43enne pluripregiudicato originario e residente a Lucca, utilizzando alcuni tubi di gomma aveva rotto il tappo del serbatoio del camion e riempito cinque grosse taniche con il carburante sottratto. L'uomo aveva ancora a disposizione altre taniche da riempire e aveva iniziato a posizionare quelle piene sulla sua auto parcheggiata a fianco del camion.

I due autotrasportatori, vista la situazione, hanno bloccato con la loro auto la via di fuga del ladro il quale, salito a bordo della sua auto, ha speronato più volte il mezzo che aveva di fronte, tentando inutilmente la fuga. Il ladro a questo punto è sceso dall’auto e si è gettato su uno dei due trasportatori, minacciandolo, colpendolo con pugni, calci e mordendolo ad una mano. La colluttazione che ne è seguita ha visto partecipi le tre persone e si è conclusa con l’arresto in flagranza del 43enne, immediatamente accompagnato al Commissariato di Pontedera. Con udienza di convalida per direttissima svoltasi lunedì 24 ottobre, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del processo fissato per il prossimo 16 novembre. L’auto utilizzata dal ladro è stata sottoposta a fermo amministrativo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viene scoperto a rubare il carburante da un camion: calci e pugni prima dell'arresto

PisaToday è in caricamento