rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Corso Italia

Riempie di vestiti rubati una carrozzina e finge effusioni al bambino: arrestata

La scena all'interno del negozio Ovs di Corso Italia è stata notata da un addetto alla sorveglianza che ha chiamato la Polizia

Una scena degna della miglior attrice candidata all'Oscar quella messa in piedi nel pomeriggio di ieri, 16 febbraio, all'interno del negozio Ovs di Corso Italia a Pisa, da una giovane cittadina rumena di 25 anni. La donna è entrata nel punto vendita con una carrozzina vuota al seguito. E' andata poi nei camerini con una gran quantità di vestiti e qui ha iniziato a togliere le placchette antitaccheggio, convinta di non essere vista, e a riporre gli abiti accuratamente all'interno della culla. Terminata l'operazione, la donna si è poi allontanata verso l'uscita del grande magazzino spingendo il passeggino e addirittura simulando amorevoli effusioni d'affetto nei confronti di un ipotetico bambino.
La scena però non è sfuggita all'occhio attento di un addetto alla vigilanza che, insospettito, ha subito contattato la Polizia.

Sul posto è così giunto un equipaggio della Squadra Volante, già in zona per attività di prevenzione antirapina presso i negozi dell’asse commerciale Corso Italia e Borgo Stretto.
I poliziotti hanno fermato la donna con la carrozzina in Corso Italia e hanno subito notato che la culla era interamente coperta dal tettuccio a ventaglio e da una trapunta.
La 25enne, che voleva apparire agli agenti come una premurosa mamma, alla richiesta dei poliziotti di far vedere l’interno della culletta avrebbe risposto: “Dentro c’è il mio bambino, non ve lo posso far vedere, ho paura che prenda freddo!”.

Poco persuasi dalle motivazioni della donna, gli agenti hanno proceduto a perquisizione e, una volta aperta la culletta, hanno constatato, senza eccessivo stupore, che all’interno non vi era un adorabile pargolo, ma una trentina di capi di abbigliamento trafugati poco prima nel negozio per un valore commerciale di circa 700 euro.
La donna, con precedenti, è stata arrestata per il reato di tentato furto aggravato. Il pm di turno ha disposto il trattenimento in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo.
Questa mattina è stata condannata alla pena di un anno di reclusione e 400 euro di multa a seguito di patteggiamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riempie di vestiti rubati una carrozzina e finge effusioni al bambino: arrestata

PisaToday è in caricamento