rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Castelfranco di Sotto

Castelfranco di Sotto, tentano di svuotare una cassaforte: in manette coppia col vizio del furto

I due fidanzati erano già stati arrestati per episodi analoghi. Stavolta hanno tentato di rubare all'interno di un negozio, ma i Carabinieri hanno notato un foro nella recinzione esterna dello stabile e hanno sorpreso i due

Sorpresa un'altra volta a Castelfranco di Sotto con le mani nel sacco una coppia di italiani, lui di origine meridionale 36enne, lei 38enne di Castelfranco, arrestati dai Carabinieri della Compagnia di San Miniato. I due già in passato si erano resi protagonisti di analoghi episodi di furto.

I due fidanzati avevano scelto questa volta come obiettivo da svaligiare un esercizio commerciale di Castelfranco di Sotto, decidendo di agire nel cuore della notte, approfittando anche dell’assenza del sistema d’allarme e di altre misure di difesa. Armati di forbici, chiavistelli e flessibile, i due hanno dapprima fatto un foro nella recinzione esterna dello stabile, successivamente hanno forzato la porta di ingresso e si sono introdotti nei locali dell’esercizio commerciale.

Lì hanno subito preso di mira il registratore di cassa, ma evidentemente non soddisfatti dai pochi contanti trovati all’interno, si sono subito messi alla ricerca della cassaforte del negozio, individuandola in poco tempo. Sfortunatamente per loro però, una pattuglia dei Carabinieri che transitava in quel frangente nella zona si è accorta del foro nella rete di recinzione. Entrati all'interno del locale i Carabinieri hanno trovato la coppia intenta, con l'aiuto di un flessibile, ad aprire la cassaforte. Alla vista dei militari i fidanzati hanno tentato la fuga, cercando di raggiungere la loro autovettura parcheggiata poco lontano, ma entrambi sono stati bloccati dai militari e arrestati. 

Giudicati immediatamente dopo la convalida dell’arresto con rito direttissimo davanti al Tribunale di Pisa, l’uomo e la donna, come altre volte avevano già deciso di fare, hanno ammesso le proprie responsabilità, patteggiando entrambi la pena della reclusione di 1 anno e 4 mesi. Il loro spirito collaborativo, tuttavia, non è servito questa volta ad ottenere una misura meno restrittiva del carcere ed entrambi sono al momento detenuti presso la casa circondariale di Pisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco di Sotto, tentano di svuotare una cassaforte: in manette coppia col vizio del furto

PisaToday è in caricamento