Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Furto per migliaia di euro alla Confesercenti: fermati in due

Il colpo è andato a segno sabato nella sede a Porta a Mare dell'associazione. La Polizia indaga anche su possibili altri furti eseguiti dai malviventi

Indagini rapide ed ancora in corso quelle che hanno portato al fermo di due uomini, sospettati di essere gli autori del furto avvenuto sabato pomeriggio 13 gennaio presso la sede della Confesercenti a Porta a Mare, in via Ponte a Piglieri. Si tratta di un pisano di 29 anni (A. B. le iniziali) ed un 38enne residente a Cesena (S. F.). Il colpo ha fruttato diverse migliaia di euro in computer portatili, più gli inevitabili danni alle dotazioni dell'ufficio.

I ladri hanno forzato la porta di ingresso al secondo piano dello stabile, danneggiando il sistema di allarme per evitare di essere subito scoperti. La loro azione però non è sfuggita alle telecamere di sorveglianza, così insieme alle testimonianze delle persone sul posto ed ai rilievi della Scientifica, gli inquirenti hanno avuto un identikit per avviare le ricerce nella zona.

Dopo poche ore una volante, in via Conte Fazio, ha notato due soggetti che corrispondevano esattamente per abbigliamento e caratteristiche fisiche ai malviventi immortalati dalla videosorveglianza. Gli agenti hanno immediatamente bloccato gli avventori e li hanno sottoposti a perquisizione personale, trovando in loro possesso arnesi atti allo scasso compatibili con le effrazioni riscontrate in precedenza.

Una volta identificati, i due hanno ammesso la loro responsabilità del furto. Il cittadino pisano risultava fra l'altro in possesso di un biglietto aereo per il giorno 15, ed entrambi figuravano avere precedenti contro il patrimonio e provvedimenti di rimpatrio con divieto di ritorno emessi dal Questore di Pisa.

Essendo emersi concreti elementi di colpevolezza a loro carico, sono stati sottoposti al provvedimento del fermo di indiziato di delitto per il reato di furto aggravato in abitazione, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso ed inosservanza al foglio di via obbligatorio. Informato il Pubblico Ministero, sono stati associati in stato di fermo presso la locale Casa Circondariale in attesa dell'udienza di convalida. Sono in corso indagini per accertare la loro responsabilità in merito ad altri furti avvenuti in locali nelle vicinanze e per rintracciare la refurtiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto per migliaia di euro alla Confesercenti: fermati in due

PisaToday è in caricamento