rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Borgo Stretto

Borgo Stretto: ruba portafoglio all'inaugurazione dell'edicola simbolo della legalità

Proprio mentre Don Ciotti tagliava il nastro della nuova edicola sequestrata alla mafia, un 43enne 'si dava alla pazza gioia' borseggiando una ragazza tra la folla. E' stato però notato da due Carabinieri in borghese che lo hanno fermato

Ha approfittato di una Piazza Garibaldi gremita per ascoltare Don Ciotti, che ieri ha partecipato all'inaugurazione dell'attività dell'edicola confiscata alla mafia in Borgo Stretto, per mettere a segno il colpo, proprio mentre dal palco si parlava dei valori della legalità. Ad agire un pregiudicato lituano di 43 anni, domiciliato a Pisa, sposato e padre di un bambino.

L’uomo, insinuandosi tra la folla, spintonando qua e là, si era messo dietro ad una ragazza che portava una borsa a tracolla.
Una rapida mossa ed ecco che riesce ad asportarle dalla borsetta il portafogli senza che la giovane se ne accorga.

Ma tutto questo non sfugge all’occhio attento di due Carabinieri del Comando Provinciale di Pisa, che in quel momento stavano seguendo, in abiti civili, la cerimonia. I due militari lo colgono sul fatto ed immediatamente, con l’ausilio di due Vigili Urbani accorsi a dar loro manforte, riescono a bloccarlo ed a togliergli il portafogli, impedendo la fuga al 43enne.

Per la vittima, poco dopo sopraggiunta in caserma per sporgere denuncia, è stata una piacevolissima sorpresa riavere il maltolto ed apprendere che il ladro era stato scoperto.

All’autore del reato, nel corso del processo per direttissima tenutosi stamattina, sono stati imposti gli arresti domiciliari.

In tale occasione la giovane derubata, una ragazza 27enne residente a Pisa, ha ringraziato personalmente i due Carabinieri che hanno colto il borseggiatore con le mani nel sacco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Stretto: ruba portafoglio all'inaugurazione dell'edicola simbolo della legalità

PisaToday è in caricamento