Trovati all'aeroporto di Pisa con sacchi di sabbia dell'Elba: "E' furto aggravato"

La Guardia di Finanza ha intercettato il carico di 13 chili di 3 turisti spagnoli. L'Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano invita a fare attenzione

La Guardia di Finanza di Pisa che opera presso il Galilei ha intercettato e sequestrato un carico illecito di 13 chilogrammi. Di sabbie e ciottoli, prelevati da tre turisti spagnoli dalle spiagge dell'Isola d'Elba. Erano diretti a Valencia, ma sono stati bloccati ai controlli della dogana. 

E' scattata quindi la segnalazione all'Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano, che oltre a ringraziare le Fiamme Gialle precisa: "Si tratta di vera e propria aggressione nei confronti del patrimonio geologico e paesaggistico dell’Arcipelago Toscano. Il Codice della Navigazione, in relazione all’attuale giurisprudenza, qualifica l’abusiva asportazione di sabbia e ciottoli dalle spiagge quale reato di furto aggravato, sia in relazione alla destinazione della cosa (sabbia ovvero il bene demaniale) alla pubblica utilità, nonché per l’esposizione della stessa alla pubblica fede, causando un danno idrogeologico all’arenile pregiudicandone la fruibilità del lido marino (sottoposto a vincolo paesaggistico ed archeologico- patrimonio Unesco)". "Tale pessima pratica - aggiunge l'ente - purtroppo molto diffusa tra i turisti balneari, provoca un enorme danno all'ecosistema biologico e geologico, rischiando di modificare la dinamica costiera e compromettendo l’equilibrio degli arenili".

I campioni di sabbie e ciottoli sequestrati saranno riconsegnati dalla Guardia di Finanza all’Ente Parco ed esposti presso il Centro di Educazione Ambientale di Lacona, dove vengono proposte attività didattiche e divulgative relative alle tematiche degli arenili ed al ruolo degli ecosistemi dunali. Chi estrae abusivamente arena o altri materiali nell’ambito del demanio marittimo o del mare territoriale, ovvero delle zone portuali della navigazione interna, senza autorizzazione, "non solo rischia conseguenze penali - spiega l'Ente Parco - ma, sarà costretto anche a pagare una sanzione amministrativa di una somma da euro 1.549 a 9.296 euro".

sabbia elba rubata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento