'Visita notturna' alla scuola Collodi: forzato un distributore automatico

Ignoti si sono introdotti nella notte tra mercoledì e giovedì all'interno dell'istituto

Foto dal profilo Facebook di Antonio Mazzeo

Ignoti sono entrati nella notte tra il 15 e il 16 maggio nella scuola elementare Collodi, in via Collodi a Pisa. Ad accorgersi dell'intrusione è stato il personale scolastico questa mattina, all'apertura della scuola. I ladri, entrati probabilmente forzando una delle porte di ingresso, hanno rovistato  negli armadietti presenti nelle varie aule alla ricerca forse di soldi o materiale da poter rubare, non trovando però niente di loro interesse.

Hanno quindi forzato un distributore automatico di bevande per rubare le monete contenute all'interno. Il distributore era però da tempo inutilizzato con i ladri che anche in questo caso sono rimasti quindi a bocca asciutta. Per il momento nessun oggetto di valore sembrerebbe essere stato sottratto dall'interno della scuola, nonostante la presenza di computer e altro materiale didattico all'interno dell'istituto.

"L'episodio - afferma Bruna Reale, vicepreside dell'Istituto comprensivo Tongiorgi, di cui fa parte la Collodi - è stato denunciato ai Carabinieri. La dirigenza scolastica ha inoltre preso contatti con il comune di Pisa, per chiedere maggiore sicurezza e, soprattutto, l'installazione di un sistema di allarme".  Non è infatti la prima volta che l'istituto comprensivo viene preso di mira dai ladri. Nelle settimane scorse ignoti si erano introdotti due volte al'interno della Parmeggiani, in via Firenze. Anche i quei casi racimolando un magro bottino.

"Questi - ha commentato il consigliere regionale del Pd, Antonio Mazzeo, postando una su Facebook  - sono i genitori e i bambini delle Collodi di Pisa, in attesa dei Carabinieri, dopo l'ennesimo furto subito dalla scuola. Alle Parmeggiani i ladri sono entrati due volte nell'arco di una settimana. Ma il Comune tace. Perché Sindaco e assessori, che un anno fa erano così loquaci sull'argomento, ora non parlano più dei furti nelle case e nelle scuole e delle rapine ai negozi? Forse perché con loro il livello della sicurezza in città è perfino peggiorato? Forse perché, nonostante i proclami, Salvini, Ceccardi e sodali in un anno per Pisa non hanno fatto niente?"

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento