rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca Peccioli

Fusione di Lajatico e Peccioli, parte la procedura per arrivare alle elezioni nel 2024

Inviata la richiesta alla Regione Toscana di iniziare la procedura per arrivare al referendum

Lo scorso 30 dicembre, nei consigli comunali di Lajatico e Peccioli, la maggioranza degli amministratori comunali ha chiesto alla Regione Toscana di avviare il percorso per promulgare la legge e procedere al referendum sulla fusione dei due Comuni. Un passaggio cruciale di un percorso condiviso che dura da più di due anni.

I gruppi consiliari di maggioranza di Lajatico e Peccioli spiegano: "Abbiamo già firmato e inviato due lettere, rispettivamente ad Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio Regionale della Regione Toscana, e Stefano Ciuoffo, assessore che tra le sue deleghe nella giunta regionale ha anche quella dei rapporti con gli enti locali, per manifestare la richiesta di procedere nel percorso verso la fusione il cui approdo chiave sarà, dopo l'estate, il referendum consultivo che coinvolgerà direttamente le nostre due comunità. Nel caso il responso fosse positivo, ci sarebbero i tempi per creare ente unico e andare alle elezioni nel 2024 in linea con gli altri in modo di essere in tempo, se fosse positivo, di creare il nuovo comune e andare a elezioni nel 2024 in linea con gli altri Comuni".

"Il 6 febbraio i nostri gruppi consiliari di maggioranza - proseguono in una nota - hanno affrontato, nel corso di un incontro congiunto, i primi temi da mettere in campo per dare tutte le informazioni, puntuali e precise, ai cittadini su questo progetto di fusione. Un incontro servito, dunque, per stabilire che inizieremo già nelle prossime settimane a organizzare le prime assemblee pubbliche a Lajatico e Peccioli. La marcia di avvicinamento verso il referendum è fondamentale per procedere con trasparenza, chiarezza e nel modo più democratico possibile. Durante l'incontro è stato ribadito che, seppur con un valore consultivo, se il referendum darà in entrambi i Comuni un risultato chiaro la volontà e l'indicazione arrivata dai cittadini sarà rispettata. Questo percorso, infatti, non avverrà mai in barba al parere dei cittadini".

"La collaborazione è l'unica forma possibile di razionalizzazione della macchina amministrativa di entrambi i Comuni - sostengono gli amministratori - ma siamo convinti che anche sul piano culturale, economico e turistico, questa fusione potrà dare innovazione e sviluppo e saper guardare al futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione di Lajatico e Peccioli, parte la procedura per arrivare alle elezioni nel 2024

PisaToday è in caricamento