rotate-mobile
Cronaca Gagno / Via Fosso di Bufalina

Gagno: aperta una casa per chiedere l'assegnazione delle abitazioni vuote

Proseguono le mobilitazioni del Comitato di quartiere per l'emergenza abitativa e la lotta agli sfratti. Dopo il gesto simbolico la promessa: "Se i tempi non sono brevi faremo da soli"

'Mai più gente senza casa o case senza gente'. E' questo il motto del Comitato di quartiere 'Riprendiamoci Gagno', che nel pomeriggio di oggi ha aperto, in via Fosso della Bufalina, una delle case popolari vuote della zona.

"In Gagno ci sono da diverso tempo tante case vuote - affermano gli attivisti - e ci sono famiglie che sono in attesa di una casa da anni perchè sono state sfrattate, perchè aspettano il cambio dell'alloggio per problemi di sovraffollamento o perchè anziani che vogliono scendere ai piani più bassi. Le graduatorie sono bloccate da troppo tempo, sia quella Erp sia quella per la mobilità".

Un gesto simbolico quello dell'apertura dell'alloggio disabitato, ma legato ad una necessità concreta: "In via fosso della Bufalina ci sono almeno 4 case vuote. Oggi ne apriamo una vuota insieme ad un signore di 55 anni che è stato sfrattato a gennaio 2015 a causa della perdita del lavoro come tappezziere ai cantieri navali per colpa della crisi. Questa persona, così come tantissime altre, sta aspettando l'assegnazione di una casa, ma le istituzioni e gli enti preposti se ne stanno con le mani in mano senza intervenire su questa emergenza abitativa". 

Il Comitato chiude con una promessa: "Oggi apriamo una casa simbolicamente, ma se in tempi brevi non saranno assegnate vorrà dire che le famiglie se le riprenderanno senza aspettare i comodi di chi guadagna grossi stipendi e ci guarda dall'alto dei loro uffici".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gagno: aperta una casa per chiedere l'assegnazione delle abitazioni vuote

PisaToday è in caricamento