menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gambaccini e Poli querelano il gestore della Polisportiva La Cella, che lancia una manifestazione

Lo scontro nato sui social che coinvolge l'assessore passa sul fronte legale. Luciano Sorrentino annuncia una mobilitazione sotto il Comune "per pretendere il rispetto per il sociale"

"Gianna Gambaccini e Veronica Poli nelle rispettive qualità di assessore al sociale e consigliera comunale presso il Comune di Pisa, in merito alle recenti vicende, conseguenti alle dichiarazioni diffuse sui social media (e non solo) dai responsabili della Polisportiva 'La Cella', che le hanno viste, loro malgrado, destinatarie di attacchi sia sul piano istituzionale che su quelli professionale e personale, rappresentano di aver intrapreso la doverosa iniziativa giudiziaria a tutela della propria onorabilità".

Con queste parole, concordate fra le due esponenti politiche in quota Lega ed il loro legale Massimo Nitto, è stato annunciato l'avvenuto deposito presso i Carabinieri, ieri 7 aprile, di due querele (una ciascuna) contro in particolare Luciano Sorrentino, che il 26 marzo scorso ha pubblicato su Facebook un video in cui annunciava: "Qualche mese fa ho ricevuto una chiavetta dentro la cassetta della posta con delle dichiarazioni infamanti e diffamanti verso di noi e verso la Polisportiva La Cella fatte dall'assessore Gambaccini e dalla consigliera Poli".

Sul caso il consiglio del legale alle due assistite è quello di "astenersi da commenti e dichiarazioni nel merito della vicenda, con in corso gli accertamenti degli inquirenti". La vicenda "è molto delicata - dice l'avvocato Nitto - ci sono diversi aspetti di analisi giuridica pesanti". L'ambito nel quale si muove la polemica è di natura politica, secondo il legale "il problema sorge se la polemica travalica i limiti di legge. Per altri commenti sul punto è opportuno attendere la verità oggettiva del livello processuale". 

Se le minoranze consiliari hanno già mosso critiche all'amministrazione, al pari il 6 aprile scorso Sorrentino era tornato sul caso lanciando, sempre a mezzo social, una mobilitazione per "pretendere il rispetto per il sociale". Nel video afferma che "dopo due settimane di silenzio da parte delle istituzioni sul mio video di accusa non ho avuto alcuna risposta; se pensano che con il silenzio possa andare a morire le cosa hanno sbagliato. Io merito rispetto, come lo meritano la Polisportiva La Cella e tutti quelli che si occupano del sociale. Pertanto invito tutte le persone che sono vicine a chi soffre, ai poveri o a chi ha altri tipi di problemi, di presentarsi il 12 aprile alle ore 17 sotto il Comune per una manifestazione pacifica, corretta, autorizzata, con il rispetto delle norme, per dimostrare che questa città è in grado di pretendere il rispetto per il sociale".

"Se potete - ha aggiunto - fate un cartellone con 'Rispetto per il sociale', 'Giù le mani dalla Polisportiva La Cella', e chi mi vuole bene, come ha dimostrato in queste due settimane, 'Rispetto per Luciano'".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento