Cronaca Centro Storico / Piazza 20 Settembre

Pubblica amministrazione: ecco il Garante della persona disabile

Discusso dalla Commissione Politiche Sociali il regolamento sull'istituzione di questa nuova figura che avrà il compito di tutelare i disabili nel rapporto con l'amministrazione comunale pisana

Contro disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, ritardi, negligenze e omissioni degli uffici pubblici e privati del Comune di Pisa - e dalle quali sia derivato o possa derivare un danno materiale o morale alla persona disabile - scende in campo adesso una nuova figura: il Garante della persona disabile.
Ieri, lunedì 21 febbraio, durante i lavori della 2° Commissione consiliare, la Commissione Politiche sociali, guidata dall'esponente del Pd, Michele Di Lupo, è stata discussa una prima bozza di regolamento sull'istituzione di questa nuova figura, avanzata dalla Società della Salute pisana per il Comune di Pisa, che è la prima ed unica dell'intero panorama toscano.

"L'incarico - ha così commentato il presidente della Commisione Consiliare Michele Di Lupo - ha carattere sperimentale e onorario, cioè gratuito, avrà la durata di tre anni e sarà rinnovabile per il triennio successivo per una sola volta. La persona che ricoprirà questo importante incarico dovrà dare ampia garanzia d'indipendenza. Il suo compito sarà quello di dare tutela non giurisdizionale ai diritti soggettivi e agli interessi legittimi delle persone con disabilità nei confronti di tutti gli uffici dell'amministrazione comunale. Il garante della persona disabile poi dovrà dare conto di tutta la sua attività, una volta all'anno, davanti al Consiglio Comunale.

Quella di ieri è stata una discussione molto proficua che ha visto il coinvolgimento di tutti i suoi membri. Sono infatti intervenuti, oltre al Direttore della Società della Salute Cecchi, i consiglieri Bronzini, Bedini e Buscemi del Pdl, Modafferi di Sel, Ventura della Lista Civica e Cammilli, Chiarugi, Landucci e Gangemi del Pd".
"Il passo successivo di questa proposta - ha così concluso Di Lupo - sarà ora un incontro, a fine marzo, con tutte le associazioni che a livello locale si occupano di disabilità. Poi formalizzeremo la delibera di proposta per portarla in Consiglio Comunale. Entro i prossimi mesi il voto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblica amministrazione: ecco il Garante della persona disabile

PisaToday è in caricamento