rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Un gelato giallo-blu per aiutare l'Ucraina

L'iniziativa lanciata da Gianfrancesco Cutelli è aperta alle adesioni di tutte le gelaterie d'Italia e non solo: il ricavato della vendita dei due gusti sarà devoluto per la campagna a supporto dell'Ucraina promossa da Emergency

Un gelato giallo-blu per sostenere l'Ucraina. E' l'idea lanciata da Gianfrancesco Cutelli della gelateria De' Coltelli di Pisa e Lucca durante la fiera Sigep di Rimini, nel corso della quale ha ottenuto la riconferma dei Tre Coni Gambero Rosso, ovvero le stelle Michelin della gelateria. Proprio al momento della consegna del premio ha annunciato l'iniziativa 'Un gelato per l'Ucraina', una giornata destinata alla raccolta fondi per la popolazione colpita dalla guerra, che coinvolgerà quante più gelaterie possibili in Italia e all'estero. 

“E’ un piccolo gesto - dichiara Gianfrancesco Cutelli - non politico ma umano. Non vogliamo entrare nel merito dello scenario geopolitico e dare giudizi su chi abbia torto e chi ragione. Le guerre sono una perdita per l’umanità intera: sono famiglie lacerate, paesi distrutti, lutti quotidiani”.
Da qui l'iniziativa: sabato 19 marzo, giorno della festa del papà, tutte le gelaterie aderenti realizzeranno un gelato giallo e blu, i colori della bandiera Ucraina. L'incasso relativo alle donazioni legate a questi due gusti andrà a sostenere la campagna a supporto dell’Ucraina promossa da Emergency.

E’ stato attivato un sito (www.ungelatoperlucraina.it) dove attualmente è possibile per le gelaterie segnalare la propria partecipazione e tra qualche giorno sarà possibile per la clientela consultare la mappa delle gelaterie aderenti e capire come sostenere l’iniziativa.
Sul sito Gianfrancesco ha messo a disposizione delle gelaterie due ricette per realizzare i due gusti: il blu è un gelato allo yogurt di pecora con il Butterfly Pea Flower (Clitoria ternatea), un fiore dal colore blu intenso, il giallo un gelato allo zafferano e arancia candita.
Poi ognuno deciderà se e come personalizzare il suo gelato, chi vorrà utilizzare altri coloranti, o proporre un gusto differente è libero di farlo: l’obiettivo è infatti quello di riuscire a coinvolgere quante più gelaterie possibili, raccogliere il maggior numero di fondi e amplificare il risultato.
“Vogliamo dimostrare - conclude Cutelli, facendosi portavoce della categoria - che siamo in grado di fare qualcosa di buono oltre al gelato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un gelato giallo-blu per aiutare l'Ucraina

PisaToday è in caricamento