Gli spazi dell'ex manicomio al Comune di Volterra per la valorizzazione del patrimonio

All'interno i graffiti del paziente Oreste Fernando Nannetti e la biblioteca scientifica. Il passaggio di consegne dall'Asl al Municipio

Una data storica quella di oggi, 30 settembre, per Volterra. E' stato infatti firmato il verbale di consegna tra Asl Toscana Nord Ovest e Comune che affida a quest'ultimo gli spazi al primo piano dell'edificio Lombroso, dove si trovano l'esposizione del graffito di Oreste Fernando Nannetti e la biblioteca scientifica dell'ex manicomio volterrano.
Da oggi dunque il Comune di Volterra si occuperà di custodire, conservare e gestire questi due patrimoni culturali della città per creare una struttura permanente che raccolga, acquisisca, cataloghi, conservi, ordini ed esponga documenti originali di interesse storico e beni culturali. Ma non solo. Il Comune di Volterra si occuperà anche di promuovere attività socialmente e culturalmente rilevanti come visite, conferenze, percorsi culturali, convegni per promuovere la conoscenza storica del lavoro e dell'opera terapeutica e sanitaria che si è svolta a Volterra presso l'ex ospedale psichiatrico.
Al Comune andrà in concessione anche l'area di Poggio alle Croci che fa parte dello stesso complesso dell'edifico Lombroso.  
In via sperimentale, la concessione sarà valida fino alla fine del 2020, ma con la possibilità di rinnovo fino a tutto il 2021. 

A firmare il verbale di consegna sono stati l'ingegner Nicola Ceragioli, direttore del Dipartimento tecnico e patrimonio dell'Azienda USL Toscana nord ovest, e l'architetto Alessandro Bonsignori, responsabile del settore Urbanistica ed edilizia del Comune di Volterra.ex manicomio volterra-2
“Oggi è una giornata di straordinaria importanza per Volterra e per tutto il territorio - afferma Giacomo Santi, sindaco di Volterra - da questo luogo di sofferenza e di speranza vogliamo ripartire per rendere evidente come la rigenerazione umana sia il senso profondo del nostro agire politico e sociale”.
“Con questa importante convenzione - dichiara Dario Danti, assessore alle Culture del Comune di Volterra - andiamo ad accrescere il sistema museale civico della nostra città, è un ulteriore tassello che rende ancora più ricco e fruibile il nostro patrimonio storico e culturale”.
“L'ex ospedale psichiatrico di Volterra fa parte del patrimonio dell'Azienda USL Toscana nord ovest - spiega Ceragioli - tuttavia, considerato il valore storico-scientifico che esso rappresenta, sia grazie al Centro di documentazione, sia grazie al graffito di Nannetti, abbiamo condiviso la necessità di cooperare con il Comune di Volterra per valorizzarne le valenze artistiche e culturali”.       

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento