Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Giornata contro le mafie: convegno e dibattito con il Procuratore Nazionale Antimafia

Ospite all'evento di venerdì agli Arsenali Repubblicani il Procuratore Franco Roberti: "Sconfiggere le mafie deve essere un obiettivo primario"

"E’ bene fare memoria ma non significa soltanto ricordare: si deve lottare per non dimenticare utilizzando anche tutti quei pensieri ci sembrano scomodi e che servono invece a reagire". Così il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Franco Roberti, intervenuto questa mattina presso gli Arsenali Repubblicanial primo appuntamento dell’evento 'Il sole che verrà'. L'evento è organizzato dai Comuni di Pisa e Pontedera, con la Fondazione Piaggio e con il contributo di associazioni e privati (Confcommercio, Confesercenti, Bandecchi & Vivaldi, Fattorie Toscane) e al patrocinio della Scuola Superiore Sant’Anna, dell’Università di Pisa, di Libera contro le mafie, di Avviso Pubblico e della Uisp.

Una 'Giornata per la Memoria e per l'impegno contro tutte le mafie' a 25 anni dalle stragi di Capaci e Via D’Amelio che, attraverso dibattiti, eventi musicali e sportivi, intende essere un momento di sensibilizzazione alla cultura della legalità e dell’impegno civile.

"La presenza mafiosa - ha proseguito il Procuratore Roberti - è un ostacolo allo sviluppo del nostro paese. La forza delle mafie sta fuori dalle mafie, in quella parte di società che è disposta per tornaconto economico ad intrecciare con loro rapporti. Sconfiggere le mafie deve essere un obiettivo primario, molto è stato fatto molto è da fare".

Presenti il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il presidente del Tribunale di Pisa Salvatore Laganà, il Questore di Pisa Alberto Francini e il presidente della Fondazione Piaggio Riccardo Costagliola. Il dibattito è stato moderato dall’assessore del Comune di Pisa Marilù Chiofalo e dalla vicesindaco di Pontedera Angela Pirri.

"Dobbiamo essere fedeli alla lezione di molti servitori dello Stato che hanno dato la loro vita - ha sottolineato il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi - ci hanno dato testimonianza ed indicato la strada per combattere le mafie. Una strada che è fatta di impegno dello Stato ma anche di impegno personale, ognuno con la sua capacità e possibilità. Le istituzioni hanno il dovere di nutrire una cittadinanza attiva per la tutela della legalità".

"Siamo sentinelle del territorio - ha aggiunto la vicesindaco di Pontedera Angela Pirri - e dobbiamo tenere alta la bandiera della legalità promuovendone la cultura. Condivido con voi un ricordo di 25 anni fa, il caldo di una giornata calabrese in cui i telegiornali mandavano in onda le immagini terribili degli attentati a Falcone e Borsellino".

"Abbiamo voluto condividere una giornata per promuovere la cultura dell’impegno civico e della responsabilità attiva - ha concluso l’assessora Marilù Chiofalo - la memoria di fatti individuali passati e di persone singole può diventare memoria collettiva attraverso una riflessione consapevole di comunità che trasformi i fatti di allora in chiavi di lettura del nostro presente".

In veste di relatori si sono succeduti importanti esponenti del mondo istituzionale, accademico e della società civile: il Procuratore Capo della Repubblica di Pisa Alessandro Crini, il Prorettore Vicario e docente di Diritto Costituzionale dell'Istituto DirPolis - Diritto, Politica, Sviluppo della Scuola Superiore Sant'Anna Emanuele Rossi, il responsabile del Master Anticorruzione Alberto Vannucci, il regista della serie televisiva 'La mafia uccide solo d'estate' Luca Ribuoli, Antonio Bellia - regista de 'La corsa de L’Ora' dedicato all'importante quotidiano siciliano. Presenti anche circa 150 studenti (liceo Dini di Pisa, la 3E della scuola media Fucini, una classe dell’IPSIA ed una dell’ITCG Fermi di Pontedera) ed alcuni studenti del Master Anticorruzione dell’Università di Pisa.

Al termine della mattinata è partita la staffetta della legalità curata dal UISP. La staffetta, a cui prendono parte anche famosi personaggi del mondo dello sport, anche paralimpici, correndo o in bici, raggiungerà Pontedera dopo aver fatto tappa nei comuni di San Giuliano,Vecchiano, Calci, Vicopisano e Bientina e Calcinaia.

La giornata prosegue alle 16, al Cinema Arsenale di Pisa (vicolo Scaramucci, 2), dove sarà proiettato il documentario 'La corsa de L’Ora'. Il documentario è dedicato al giornale siciliano che si è distinto come pilastro culturale e valoriale, non soltanto per la Sicilia e si concluderà con un importante evento musicale: il concerto di Pippo Pollina, tappa del tour europeo che dà il nome all'intera iniziativa, presso il Museo Piaggio di Pontedera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata contro le mafie: convegno e dibattito con il Procuratore Nazionale Antimafia

PisaToday è in caricamento