Cronaca

No alla violenza sulle donne: una giornata di mobilitazione anche a Pisa

Un programma ricco di iniziative che culmineranno proprio nella giornata di martedì 25 novembre quando alle 12 su Ponte di Mezzo si svolgerà l'alzabandiera delle donne, mentre alle 17 è in programma un flash mob durante il quale gli uomini leggeranno i nomi delle donne uccise

1036 donne uccise in Italia dal 2005 al 2013 con un trend in crescita. Questo il dato nazionale che campeggia sul totem proposto dal Comune di Pisa e dal Consiglio cittadino delle Pari Opportunità, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne martedì 25 novembre. Un dato preoccupante ancor di più se unito al fatto che oltre il 60% degli assassini sono partner o ex e ben il 20% sono familiari ovvero padri o fratelli della vittima.

“Abbiamo pensato che questi numeri potessero parlare più di tante parole - ha sottolineato la presidente del CCPPOO Valeria di Bartolomeo - il dato nazionale fa davvero riflettere anche se reperirlo non è stato facile. Non esiste infatti un sistema unico nazionale di registrazione ed i dati vengono forniti dai singoli centri antiviolenza. Il Nostro Totem vuol testimoniare la nostra partecipazione e si unisce alle tante iniziative che in questi giorni si terranno in città”.

“ Una partecipazione ampia - ha sottolineato l’assessore Marilù Chiofalo - in una città attenta al tema della violenza sulle donne e nella quale la sensibilità è cresciuta col tempo grazie all’azione delle Associazione e delle Istituzioni. Una sensibilizzazione che prosegue anche attraverso le iniziative di questo programma che usano tutti i linguaggi disponibili. La sensibilizzazione è una delle chiavi ma anche la formazione che facciamo verso le operatrici e gli operatori dei centri ai quali ci si può rivolgere per chiedere aiuto così come la definizione di protocolli per accompagnare le donne alla via d’uscita dal tunnel della violenza. Il programma è nutrito e culmina il 25 novembre con l’alzabandiera delle Donne alle ore 12.00 e alle 17.00 sul Ponte di Mezzo il flash mob HEFOSHE/LUI PER LEI durante il quale saranno proprio gli uomini a leggere i nomi delle donne uccise”.

Un programma fatto di film ed interventi teatrali, di letture e convegni come di momenti conviviali promosso dal Comune di Pisa insieme alla Casa della Donna; al Consiglio Cittadino delle Pari Opportunità; all’azienda ospedaliera universitaria, al Cug dell’università di Pisa e dal quale partecipano enti e associazioni tutte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla violenza sulle donne: una giornata di mobilitazione anche a Pisa

PisaToday è in caricamento