Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Com'è morto il padre di Cosimo de' Medici? La verità dopo 500 anni

Un gruppo di ricerca dell'Università di Pisa condurrà uno studio sui resti di Giovanni dalle Bande Nere, leggendario condottiero del '500 e padre del primo Granduca di Toscana

Come è morto Giovanni dalle Bande Nere? È vero che a ucciderlo fu una cancrena diffusasi dopo l'amputazione della gamba destra? A capirlo dovranno essere i ricercatori della divisione di Paleopatologia dell'Università di Pisa che, diretti dal professor Gino Fornaciari, hanno riesumato il corpo del capitano di ventura del '500, sepolto insieme alla moglie Maria Salviati, padre e madre di Cosimo I de' Medici, primo Granduca di Toscana.

La tomba è stata aperta la scorsa settimana nella cripta del Museo delle Cappelle Medicee a Firenze. Scopo dell'esumazione è una revisione conservativa delle sepolture, danneggiate dall’alluvione del 1966, ma anche un'analisi antropologica e paleopatologica per comprendere meglio il tipo di intervento chirurgico che il leggendario condottiero subì prima di morire e per chiarire le cause del decesso.

Giovanni de' Medici fu ferito durante uno scontro armato a Governolo, vicino a Mantova, il 25 novembre 1526. Rimase vittima di un colpo di falconetto (un cannoncino dell’epoca) e, per la cronaca di Francesco Guicciardini il tiro gli "percosse e roppe una gamba alquanto sopra al ginocchio", per cui subì l’amputazione della gamba destra. Secondo le cronache dell’epoca la decisione del maestro Abramo, il chirurgo che lo operò, "di lasciare del percosso tanto che il rimanente si putrefece" parrebbe equivalere a una condanna a morte; infatti il decesso si verificò puntualmente nella notte tra il 29 e il 30 novembre 1526.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Com'è morto il padre di Cosimo de' Medici? La verità dopo 500 anni

PisaToday è in caricamento