Vicopisano: una girella-tranello nel parco giochi

Il gioco per i bambini è rotto e pericoloso. "Incuria che si protrae da troppo tempo" attacca Giobbi (Lega Nord)

Una girella trabocchetto nel giardino a Cevoli (Vicopisano) che ospita la stele in memoria dell'alpino Francesco Vannozzi, morto in Afghanistan. La denuncia, raccolta su Facebook, è riportata da Marrica Giobbi, capogruppo della Lega Nord in Consiglio Comunale.
"Un bimbo si è fatto male, per fortuna senza spiacevoli conseguenze, giocando su una girella fatiscente la cui pedana sganciata dalla base, oscilla paurosamente facilitando cadute non richieste, che non si possono evitare perché i malcapitati se ne accorgono solo salendoci sopra - afferma Giobbi - un trabocchetto che non t’aspetti. Il gioco per bambini si presenta deteriorato, logorato dall’usura, dalle intemperie e dall’abbandono di un’amministrazione evidentemente poco attenta alla sicurezza dei piccoli frequentatori. Mancano due seggiolini, la struttura in ferro si presenta arrugginita e stupisce l’incuria che si protrae ormai da troppo tempo".

"Un'autentica vergogna - attacca Giobbi - un'amministrazione distratta, che non si cura di salvaguardare l'incolumità dei piccini è inconcepibile. I futuri cittadini di un domani poco lontano devono crescere con la consapevolezza d’avere vicino a sé come punto di riferimento un comune vigile, che con il buon senso del 'buon padre di famiglia' si sforzi per lo meno d’eseguire l’ordinaria manutenzione delle proprie attrezzature".

Potrebbe interessarti

  • Estate in spiaggia ma occhio agli altri: ecco il bon ton del Codacons

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

  • Due lievi scosse di terremoto a Castelnuovo Val di Cecina

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

Torna su
PisaToday è in caricamento