Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Ponte di Mezzo

Giretto d'Italia, le bici battono auto e moto: sul Ponte di Mezzo sono 2 su 3

Sul Ponte di Mezzo sono passate 930 bici (il 66%) e 474 tra auto e moto (il 34%): un risultato ancora migliore di quelli del 2011 (63% di bici) e del 2012 (65% di bici)

Le bici battono i mezzi a motore. È quello che succede la mattina sul Ponte di Mezzo. A misurarlo, giovedì tra le 7.30 e le 9.30, i volontari di Legambiente, Fiab e Città in Bici, insieme all’Ufficio Bici della Pisamo. L’occasione è stato il Giretto d’Italia, la gara tra le 23 città amiche della bicicletta. In particolare sul Ponte di Mezzo sono passate 930 bici (il 66%) e 474 tra auto e moto (il 34%): un risultato ancora migliore di quelli del 2011 (63% di bici) e del 2012 (65% di bici).

Questi dati sono stati inviati, insieme alla rilevazione fatta a Porta a Lucca (577 bici e 1002 mezzi e motore transitati), agli organizzatori del Giretto d’Italia che nei prossimi giorni stileranno la classifica delle città dove si pedala di più. I 23 comuni partecipanti sono suddivisi in tre gironi a seconda del numero di abitanti. Pisa è inserita nel gruppo dei comuni con meno di 100mila abitanti. Le altre partecipanti: Bologna, Bolzano, Brescia, Carpi, Ferrara, Firenze, Genova, Grosseto, Milano, Modena, Padova, Parma, Pesaro, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Saronno, Schio, Torino, Trento, Venezia, Vicenza.

Ai primi 200 ciclisti transitati ieri matina nei punti di conteggio l’Ufficio Biciclette della Pisamo ha offerto una punzonatura gratuita. La punzonatura è il contrassegno che viene fatto al telaio della propria bici con un marchio e un codice collegato inequivocabilmente al proprietario. Un deterrente per i ladri di biciclette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giretto d'Italia, le bici battono auto e moto: sul Ponte di Mezzo sono 2 su 3

PisaToday è in caricamento