Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Giugno Pisano da record, ma si pensa a migliorare ancora

Soddisfatto il sindaco Marco Filippeschi per il fitto calendario di eventi che ha caratterizzato l'edizione 2012, aperta da una rivalorizzazione del Capodanno Pisano lo scorso 25 marzo

E' stato davvero un Giugno Pisano perfetto quello che si è concluso sabato sera con il Gioco del Ponte. Un calendario ricco di eventi che ha catapultato Pisa sotto i riflettori nazionali e non solo, grazie anche alla grande partecipazione del pubblico che ha affollato i lungarni durante le tre manifestazioni clou ovvero la Luminara, il Palio di San Ranieri e il Gioco del Ponte.

E la conferma che quello del 2012 è stata un'edizione super positiva arriva anche dallo stesso sindaco Marco Filippeschi.
“Con la splendida edizione del Gioco del Ponte è finita la stagione delle manifestazioni storiche - ha affermato Filippeschi - siamo partiti col Capodanno Pisano, il 25 marzo. Abbiamo costruito grandi successi, record di pubblico e di visibilità, che hanno rilanciato Pisa. Abbiamo innovato. In tre anni tantissimo è cambiato: Luminara più curata e più ricca, pronta per l'UNESCO; notturne per Gioco del Ponte e Palio di San Ranieri; riscoperto il Capodanno, come avvio del percorso. Siamo fortissimi nella Regata delle Repubbliche. Abbiamo coinvolto la città: i protagonisti, gli appassionati, le scuole, il mondo del volontariato culturale, alzando il profilo, lasciandoci alle spalle modi stantii. C'è stata molta maggiore attenzione dei media. Sono arrivati i "tour operator" e gli alberghi hanno goduto della nuova valorizzazione".


"Siamo pronti - ha aggiunto il primo cittadino - per un altro salto di qualità: migliorandoci ancora, usando il web, coinvolgendo altri sponsor, chiamando tutta la città a collaborare, unendo questo sforzo al PIUSS, all’Internet Festival, ai voli low cost, alle grandi mostre, ora Kandinsky, alle celebrazioni del 2014, all'effervescenza straordinaria di tanti giovani protagonisti, scrittori, registi, attori, pittori, fumettisti, creativi del web, musicisti, al rilancio culturale e turistico di Pisa. Il successo è dovuto all’impulso e all’organizzazione del Comune e al concorso intelligente, appassionato e generoso di tantissimi. Grazie a tutti!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giugno Pisano da record, ma si pensa a migliorare ancora

PisaToday è in caricamento