Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca San Miniato

Travolta dal treno: la tragedia ancora avvolta in un fitto mistero

L'amica che era con Giulia Musetti, la vittima dell'incidente, ha affermato di essersi fermate per fare pipì, ma questa versione non sembra convincere gli inquirenti: la zona infatti è particolarmente buia e isolata

Gran parte delle indagini dipendono dalla testimonianza dell'amica di Giulia Musetti, la 25enne di Staffoli che ha trovato la morte lungo i binari ferroviari all'altezza di Ponte a Egola nel pomeriggio di mercoledì. Con lei un'amica, di un anno più giovane, e oltretutto all'ottavo mese di gravidanza. E' stata lei a lanciare l'allarme dopo aver visto Giulia investita dal treno.

La giovane è stata subito dopo ricoverata in stato di choc all'ospedale di Empoli. Interrogata dagli inquirenti, avrebbe detto che si erano fermate lì per un bisogno fisiologico, anche se questa versione non sembra convincere. L'unica cosa esclusa per il momento è che si sia trattato di suicidio: è stato infatti un incidente.
Ma il perchè le due si trovassero lungo i binari, in una zona isolata e buia, è ancora un mistero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolta dal treno: la tragedia ancora avvolta in un fitto mistero

PisaToday è in caricamento