rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Benedetto Croce

Piazza Vittorio Emanuele: il giornalaio 'spazzino' che mantiene puliti i portici delle poste

Si chiama Giuliano Nardi ed è il titolare dell'edicola all'angolo con via Benedetto Croce. Ogni mattina ripulisce gratuitamente i portici da rifiuti e spazzatura: "Cerco di rendere più accogliente questa zona della città"

Da oltre 20 anni ripulisce ogni mattina i portici delle poste centrali, "perennemente riempiti di rifiuti, bottiglie vuote e sporcizia varia". Un'attività che svolge volontariamente e senza ricevere in cambio alcun compenso con il solo obiettivo di "rendere più accogliente e decoroso l'ambiente circostante". Stiamo parlando di Giuliano Nardi, 48enne pisano, titolare dell'edicola che si trova proprio vicino alle poste, all'angolo tra piazza Vittorio Emanuele e via Benedetto Croce. "Un'attività che gestisco da 23 anni - spiega Nardi - che ho ereditato da mio padre e che prima di lui svolgeva anche mio nonno. Da sempre ogni mattina, prima di aprire l'edicola, faccio un pò di pulizia in giro dedicando almeno una mezz'ora a togliere rifiuti e sporcizia".

Vederlo all'opera non è difficile, basta recarsi nei pressi in via Benedetto Croce tra le 5.30 e le 6 del mattino. "Intorno alle 5.30 - spiega Nardi - inizio a ripulire togliendo bottiglie vuote, mozziconi di sigarette, cartoni, lattine, cartacce e rifiuti vari. Lo faccio perchè abbiamo tutti bisogno di vivere in un ambiente che sia il più possibile accogliente e decoroso".

Non si tratta, insomma di supplire a un disservizio. "Anzi - afferma Nardi - il personale di Avr (il global sevice che gestisce la raccolta dei rifiuti a Pisa, ndr) è sempre inappuntabile e molto disponibile. Il problema è che nel corso degli anni questa zona è andata sempre più degradandosi e insieme alle presenze moleste sono aumentati anche i rifiuti e la sporcizia. Il mio è solo un piccolo contributo per cercare di rendere un pò più decorosa questa parte della città".

Inevitabile, vista la posizione dell'attività, parlare anche di 'sicurezza'. "In più di venti anni che sono qui - prosegue Nardi - le cose sono per certi versi molto peggiorate. Una volta la zona era sicuramente più tranquilla mentre oggi il degrado è aumentato enormemente: a partire dal primo pomeriggio spacciatori e tossici sono ormai diventati una presenza fissa. Capita poi spesso di dover assistere a litigi e risse, soprattutto tra persone straniere. E' chiaro che in un ambiente così si lavora sempre con la paura perchè non si sa mai cosa può accadere, anche se personalmente devo però dire, per fortuna, di non aver mai dovuto subire rapine o episodi spiacevoli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Vittorio Emanuele: il giornalaio 'spazzino' che mantiene puliti i portici delle poste

PisaToday è in caricamento