menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Rsa Forcoli: guariti tutti gli ospiti e il personale

La pandemia aveva colpito la struttura facendo registrare 15 anziani positivi con 6 decessi

Tutti gli ospiti e gli operatori della casa di risposo di Forcoli sono guariti. E' il sollevato annuncio del sindaco di Palaia Marco Gherardini: "E’ stato un lungo e difficile percorso partito nel mese di aprile quando sono emersi i primi casi  positivi al Covid 19. Oggi possiamo gioire, ma dobbiamo ricordare che il superamento delle difficoltà è stato possibile grazie alla piena collaborazione tra enti, alla costante presenza delle Istituzioni ed alla abnegazione del personale sia della Asl Toscana nord ovest, sia della Fondazione per l’impegno e la professionalità dimostrata nell’affrontare questa emergenza".

Anche Laura Brizzi, direttrice del dipartimento dei servizi sociali della Asl, esprime la sua soddisfazione per il risultato ottenuto dopo mesi di intenso lavoro: "La Rsa di Forcoli è stata una delle prime ad essere interessata con 15 ospiti positivi, purtroppo 6 decessi e 3 trasferiti perché negativi. Visti i numeri la struttura è stata trasformata e adeguata ad accogliere solo pazienti positivi, è stato inserito personale Asl ed è stato attuato un monitoraggio costante attraverso le Usca e i team Covid. Un ringraziamento particolare va a tutti i sanitari che si sono presi cura degli ospiti con professionalità e umanità, ai collaboratori della società della salute che hanno costantemente monitorato l’andamento dell’epidemia e organizzato i diversi interventi, al Comune di  Palaia e alla Fondazione Casa di Riposo della Parrocchia di San Frediano in Forcoli Onlus per la sua disponibilità e capacità di interazione".

L’accordo, tra la Asl e la Fondazione, per la trasformazione della struttura socio-sanitaria in 'Struttura per ospiti non autosufficienti positivi al Covid-19', è stato sottoscritto il 21 aprile, in ottemperanza all’ordinanza regionale 28 del 7 aprile 2020. La scadenza era prevista per il 7 luglio prossimo ma, grazie ai risultati incoraggianti, il 31 maggio si è chiuso anticipatamente. Oggi gli ospiti hanno ricominciato a uscire ed i loro ritmi giornalieri stanno tornando alla normalità.

L'Asl ha provveduto alla sanificazione finale degli ambienti e la Fondazione è in attesa della definizione dei protocolli previsti dalla Regione per la regolamentazione delle visite dall’esterno in modo da riavvicinare le famiglie ai propri cari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento