rotate-mobile
Cronaca

Guerra in Ucraina, Giani: "Comincia la vera emergenza profughi in Toscana"

Il presidente regionale, intervenuto a Pisa, ha annunciato i primi arrivi di persone in fuga non ospiti di famiglie e amici

E' il momento che si attivi e vada presto a regime la macchina organizzativa per l'accoglienza dei profughi ucraini in Toscana. Il presidente della Regione Eugenio Giani, a margine dell'inaugurazione della piazzola di atterraggio dell'elisoccorso all'ospedale Cisanello, ha fatto un breve punto della situazione sull'emergenza umanitaria legata alla guerra. 

Se negli ultimi giorni in Toscana ed anche a Pisa sono arrivate le persone in fuga presso amici e parenti, adesso ci sono i primi ingressi di chi non ha nessuno. "Abbiamo la richiesta - ha spiegato Giani - di accogliere 50 bambini orfani provenienti dall'Ucraina, saranno ospitati dall'istituto degli Innocenti a Firenze. Così anche altre 10 persone sono arrivate e saranno inserite nei circuiti di accoglienza, in quanto non legate al meccanismo di prossimità familiare, come avvenuto fino ad ora. Insomma, ora comincia l'emergenza profughi". 

Una situazione da affrontare anche sotto il profilo della pandemia Covid: "La quota di vaccinazioni in Ucraina - ha proseguito il presidente - si attesta sul 32%. Dovremo quindi impegnarci ed essere determinati nelle somministrazioni, come previsto, dai 5 anni in su. Questo mese ci aspettiamo un nuovo aumento dei contagi, sappiamo che funziona così, per questo - ha concluso - dovremo essere molto uniti come istituzioni per fronteggiare la situazione, sia umanitaria che sanitaria". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, Giani: "Comincia la vera emergenza profughi in Toscana"

PisaToday è in caricamento