Cronaca

'I doni della ricerca': 8 milioni di euro dal Miur per il progetto di eccellenza

Il finanziamento è stato ottenuto dal dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Università di Pisa

Resilienze, accelerazioni e percezioni del cambiamento nell'area dell'Europa mediterranea sono i temi generali intorno ai quali il dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Università di Pisa ha costruito il proprio 'progetto di eccellenza'. Il dipartimento, infatti, è stato selezionato dal Ministero tra le 180 migliori sedi universitarie italiane, ottenendo un finanziamento di oltre 8 milioni di euro per il quinquennio 2018-2022.

Martedì 17 dicembre, dalle ore 10, la Gipsoteca di Arte Antica ospiterà la giornata di presentazione alla comunità universitaria e alla città intera del progetto di eccellenza, che ha come titolo 'I doni della ricerca. Due anni di Progetto di Eccellenza. I tempi delle strutture. Resilienze, accelerazioni e percezioni del cambiamento nello spazio euro-mediterraneo'.

Dopo i saluti del prorettore vicario dell'Università, Carlo Petronio, dell'assessore alla Cultura del Comune di Pisa, Pierpaolo Magnani, e del direttore del dipartimento, Pierluigi Barrotta, interverranno i docenti responsabili delle quattro linee di ricerca del progetto: Giovanni Salmeri, per l'area antica, con un intervento sulle 'Dinamiche di espansione e i processi di crescita negli Early States e negli imperi del mondo antico'; Giuseppe Petralia, per l'area medioevale, con una relazione intitolata 'La costruzione del medioevo (secoli X-XII)'; Cinzia Maria Sicca, per l'area moderna, con un intervento sui 'Tempi e concetti della modernizzazione'; Alberto Mario Banti, per l'area contemporanea, che affronterà il tema della 'Comunicazione e propaganda in età contemporanea. Strutture, persistenze, ricezione'. I contributi saranno chiusi dal presidente della Commissione comunicazione, Federico Cantini, sulle attività in essere del dipartimento, presentando in particolare i video esplicativi sul progetto dell'Eccellenza

All'interno delle quattro linee di ricerca sono indagati specifici momenti e processi caratterizzati dalla compresenza dei due aspetti cardine del progetto, la resilienza e l'accelerazione, colti nelle diverse forme della loro relazione. Il progetto di ricerca impegna tutti i docenti del dipartimento, a cui si sono recentemente aggiunti, grazie al finanziamento del MIUR, professori e ricercatori di elevata qualificazione internazionale, suddivisi nelle diverse aree tematiche del dipartimento. In questo quadro la qualifica di dipartimento di eccellenza conferma il profilo internazionale della tradizione umanistica dell'Università di Pisa.

Per lo svolgimento del progetto, inoltre, sono stati erogati otto assegni di ricerca dalla durata biennale per promuovere giovani studiosi italiani e stranieri, che già possono presentare domanda per il secondo bando in scadenza a gennaio 2020.

Fino ad ora si sono tenute numerose giornate di studi, convegni e seminari relativamente alle quattro aree di ricerca. I risultati del progetto saranno via via pubblicati in una collana curata dalla casa editrice accademica Carocci di Roma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'I doni della ricerca': 8 milioni di euro dal Miur per il progetto di eccellenza

PisaToday è in caricamento