I sogni di Jo si avverano: l'operazione in America è andata bene

Buone notizie dalla pagina Facebook e dal Kinzika Group: gli interventi alle gambe si sono conclusi con successo

Due interventi chirurgici per vivere una vita migliore. E' andata bene la seconda ed ultima - almeno per ora - operazione alla gambina destra al Paley Institute in Florida, dove si è chiusa la parte più difficile del percorso che permetterà alla piccola Jo di stare in piedi e camminare. La bambina di Tirrenia oggi ha 3 anni ed ha vinto, insieme a mamma Irene e babbo Luca, una grande battaglia. Fra le malformazioni che la colpiscono quella della mancanza delle tibie (emimelia tibiale bilaterale completa) ora sembra davvero superabile, dopo il terribile spettro dell'amputazione. Una svolta che fa bene al cuore, per una vicenda lunga mesi e raccontata sia sul sito che in particolare dalla pagina Facebook I sogni di Jo. Ora la piccola dovrà prosegure con la fisioterapia, con il ritorno a casa che al momento è previsto per ottobre. 

Una raccolta fondi ha sostenuto e sostiene le ingenti spese, con in prima linea il Kinzika Group: "Abbiamo incontrato per caso Jo e la sua famiglia - ricorda l'associazione - abbiamo percepito immediatamente negli occhi di Irene e Luca, i genitori, disperazione, angoscia, paura, smarrimento. Tutti i medici avevano detto loro che l'unica soluzione possibile era l'amputazione, ma questo incontro ha fatto accendere tra noi una scintilla".

Dopo molte ricerche la speranza è divampata con la documentazione visionata dal dott. Paley in America. "Dopo aver contattato di persona questo meraviglioso medico - prosegue il Kinzika Group - si è riaccesa la speranza: Jo poteva camminare davvero! Allora abbiamo organizzato tre eventi-spettacolo con cabaret dove hanno partecipato attori e artisti a titolo completamente gratuito. Tante persone hanno contribuito venendo a vedere questi spettacoli. A questo proposito vogliamo ringraziare anche gli sponsor e tutti coloro che hanno sempre dato disponibilità per aiutare Jo, e anche a coloro che non hanno mai dubitato neanche per un attimo della veridicità di questa storia e che si sono fidati del nostro gruppo".

"La prima visita - racconta la pagina Facebook - si è tenuta il 7 di settembre in Polonia a Varsavia. Sentir confermare dal medico quanto detto ci ha resi davvero felici". La famiglia è da marzo in America per l'intervento, che si è risolto poi in due operazioni. "Siamo felici di aver realizzato questo sogno - conclude il Kinzika Group - e continueremo a fare eventi benefici per associazioni e persone che avranno bisogno. Un forte abbraccio a Irene e Luca e un bacione a Jo: ti aspettiamo... Non vediamo l'ora che tu ci corra incontro!".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento