Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Vasca terapeutica per Idrokinesiterapia, Asl5: "Rinnoviamo la convenzione con Misericordia"

La Asl 5 rinnoverà per i prossimi tre anni la convenzione per le prestazioni di Idrokinesiterapia della Confraternita. L'annuncio è stato fatto dal Direttore Generale Rocco Damone

Rocco Damone

La vasca terapeutica della Misericordia rappresenta un punto di riferimento importante per il territorio, tanto che la Asl 5 rinnoverà la convenzione per i prossimi tre anni. Questo è quanto emerso sabato scorso al convengo sui benefici dell’idrokinesiterapia, servizio che la Confraternita offre dal 2007, con operatore in acqua e rapporto fisioterapista-paziente “uno a uno”. L'annuncio è stato fatto stamattina dal Direttore Generale Rocco Damone durante un convegno che ha dimostrato l’efficacia di tale terapia.

"Scommettere su questa convenzione con la Misericordia è stata una mossa vincente e i risultati sono sotto gli occhi di tutti - ha dichiarato Rocco Damone, direttore generale dell’Asl 5 di Pisa - Nel nostro territorio mancava una struttura del genere, tanto che abbiamo per anni cercato di convenzionarci con varie piscine, senza però ottenere risultati soddisfacenti. Grazie alle associazioni di volontariato, la sanità toscana può ancora permettersi di offrire alla famiglie servizi all’avanguardia come questo, anche in un periodo di tagli come quello che stiamo attraversando. Da soli, come istituzioni, non ce l’avremmo fatta".

L'idrokinesiterapia consiste nell'immersione del corpo in una piscina: qui Il peso del corpo viene alleggerito fino al 90% per idrokinesiterapia3-2-2affrontare i vari esercizi di riabilitazione con uno sforzo sensibilmente ridotto. Grazie a questa metodologia di lavoro si registrano ottimi risultati terapeutici in breve tempo. Il convegno, che ha visto la partecipazione degli addetti al settore, ma anche di moltissime famiglie, ha messo in luce l’importanza dell’idrokinesiterapia, non solo nel recupero delle funzioni motorie, ma anche nel benessere psicologico.

La dott.ssa Lucia Avila, fisiatra del nuovo Centro di Medicina Specialistica e Idrofisioterapia della Confraternita, ha mostrato casi di importante recupero funzionale, mentre il prof. Giuliano Giuntoli e il dott. Francesco Michelotti hanno illustrato i risultati di una ricerca pilota che ha coinvolto 36 bambini diversamente abili e che ha dimostrato senza ombra di dubbio l’influenza positiva della terapia in acqua nel benessere psicologico e relazionale dei piccoli pazienti.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasca terapeutica per Idrokinesiterapia, Asl5: "Rinnoviamo la convenzione con Misericordia"

PisaToday è in caricamento