rotate-mobile
Cronaca

Tari: riapre il bando di Pisa per i contributi alle attività economiche

Ampliato il contributo erogabile ad ogni beneficiario, l'assessore Pesciatini: "Continuiamo a sostenere chi ha subito danni economici dovuti alla pandemia"

Il Comune di Pisa, con un atto di indirizzo presentato dall’assessorato al commercio e approvato dalla Giunta, ha deciso di riaprire i termini del bando per l’assegnazione di contributi a parziale ristoro della spese sostenute dalle utenze non domestiche per la Tari 2021. La stessa delibera amplia anche il contributo massimo erogabile ad ogni beneficiario, portandolo dal 15% al 25% dell’importo complessivamente dovuto per l’anno 2021. Sulla misura l’amministrazione aveva già messo a disposizione oltre 393mila euro.

"Data la difficile situazione economica e le richieste pervenute dalle categorie interessate - dichiara l’assessore al commercio Paolo Pesciatini - abbiamo deciso di riaprire i termini del bando e, contemporaneamente, di ampliare il contributo massimo erogabile ad ogni beneficiario portandolo al 25% dell’importo dovuto per il 2021. Si tratta di una importante misura che, ancora una volta, va in aiuto a tutte le attività commerciali che hanno subito danni economici dovuti alla pandemia. Anche in questa occasione l’amministrazione interviene a sostegno delle utenze non domestiche con un atto che va ad aggiungersi a tutte le altre numerose misure già adottate".

Il nuovo bando dovrà essere pubblicato per 30 giorni. L’istruttoria delle domande e la quantificazione degli importi dei contributi da erogare saranno gestiti da Sepi Spa. Il contributo sarà concesso prioritariamente alle utenze Tari non domestiche che hanno la sede operativa nel Comune di Pisa e che sono assoggettate al tributo per l’esercizio 2021, che abbiano subito la chiusura dell’attività o una limitazione nell’esercizio della stessa a seguito di uno o più provvedimenti, come già individuate dal DL 73/2021 e dall’articolo 36 del Regolamento del tributo Tari del Comune di Pisa. Subordinatamente verrà concesso anche alle altre utenze non domestiche. In entrambi i casi sarà necessario aver effettuato il pagamento della Tari 2021 alla data di scadenza della presentazione della domanda.

Per le domande già accolte e ammesse a beneficio sarà ampliato il contributo già assegnato fino ad un massimo eventuale del 25%. I contributi spettanti a seguito della riapertura del bando saranno erogati mediante compensazione sulla bolletta Tari 2022.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari: riapre il bando di Pisa per i contributi alle attività economiche

PisaToday è in caricamento