Cronaca Vecchiano

Cadavere ritrovato nel Serchio: sarebbe del tunisino scomparso a febbraio

L'identificazione sarebbe stata possibile grazie al telefono cellulare ritrovato addosso alla vittima e al tatuaggio che l'uomo aveva sul suo braccio sinistro. Il tunisino era scomparso il 17 febbraio scorso dopo essere sfuggito a un controllo

Sarebbe del tunisino sfuggito al controllo dei carabinieri il 17 febbraio scorso il corpo senza vita ritrovato ieri alla foce del fiume Serchio, a Marina di Vecchiano. L'identificazione sarebbe stata possibile grazie al telefono cellulare ritrovato addosso alla vittima e al tatuaggio che l'uomo aveva sul suo braccio sinistro.

Il tunisino era scomparso il 17 febbraio scorso quando insieme a un connazionale sfuggì a un controllo dei carabinieri gettandosi nelle acque del fiume. Il corpo del connazionale era poi stato ritrovato senza vita qualche settimana dopo, sulla spiaggia di Marina di Vecchiano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere ritrovato nel Serchio: sarebbe del tunisino scomparso a febbraio

PisaToday è in caricamento