Cronaca

Il Cnr pisano protagonista ed organizzatore del più importante evento della governance di internet

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L’Istituto di informatica e telematica (Iit) del Cnr pisano aprirà e chiuderà i lavori della quarta edizione dell’Internet governance forum (Igf) che si tiene dal 10 al 12 novembre  a Trento. Il Forum è organizzato dalla Provincia autonoma di Trento in collaborazione con l'Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa, il Centro Nexa del Politecnico di Torino, la Fondazione Ahref, e la Internet Society - Isoc Italia. A questo grande forum partecipano Domenico Laforenza, direttore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr pisano e responsabile del Registro italiano per i nomi a suffisso “.it”, Stefano Trumpy  ricercatore associato  presso lo Iit e presidente del chapter italiano della Internet Society, Laura Abba dirigente tecnologo del Cnr e promotrice di Igf Italia, Marco Sommani dirigente tecnologo e responsabile del Gruppo Ipv6 ed Antonella Giulia Pizzaleo collaboratrice dello Iit Cnr. Questa edizione si occuperà dei temi relativi all'accesso, alla sicurezza, alla diversità culturale, alla neutralità della Rete e alla sua gestione tecnica, i diritti e doveri dei suoi utenti. Nella ventina di convegni previsti, con circa 100 relatori coinvolti, si discuterà, tra l'altro, degli effetti che la governance può produrre nei modi in cui si rivendica e si afferma la democrazia politica, o sulle conseguenze che si producono nello sfruttamento o nella liberazione del lavoro intellettuale, sulla relazione tra uso della rete e pratica delle religioni e su come si modifica il lavoro pubblico. L’IPv6, la nuova generazione di internet è pronto e maturo. La maggior parte degli indirizzi di internet della rete, però, continua ad essere IPv4: la necessità del cambiamento, fondamentale per lo sviluppo della rete, è ignorata dai più. Aziende, pubbliche amministrazioni e privati cittadini continuano a non considerarlo. Perfino piccoli operatori, in grado di fornire accessi IPv6 ai loro clienti o hosting su server raggiungibili in IPv6, evitano accuratamente di evidenziare questi servizi sui loro siti. Questi sono solo alcuni dei temi caldi che verranno affrontati allo Igf di Trento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cnr pisano protagonista ed organizzatore del più importante evento della governance di internet

PisaToday è in caricamento