Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Il cordoglio del sindaco di Pisa Marco Filippeschi per la scomparsa di Angiolino Diomelli

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Angiolino Diomelli è stato un dirigente politico operaio, formatosi nella Piaggio di Pontedera, e di partito e un amministratore pubblico che ha lasciato un segno profondo nella nostra comunità. Ha dato tanto alla Cgil e al Pci come esponente di primo piano di un gruppo dirigente fortemente radicato, fatto di tante e diverse intelligenze. E’ stato un sindaco amato e rispettato, un innovatore, che ha guidato grandi trasformazioni nel Val d’Arno Inferiore, nel grande distretto del cuoio e delle calzature. Angiolino aveva una grande passione politica, vissuta con ragioni e radici profonde, ma senza mai rinunciare allo sforzo di stare al passo con i tempi. E’ sempre rimasto un punto di riferimento per chi, molto più giovane di lui, aveva fatto della militanza politica una ragione di vita. Ci ha insegnato molto e non ha mai smesso di seguirci, di darci i suoi consigli preziosi e di farci le sue critiche bonarie. Si è interessato alle vicende del Partito democratico, della politica, della sinistra, del sindacato dei pensionati e dell’Auser, fino a che ha potuto, con tutte le sue forze, donando la sua grande esperienza, mantenendo le sue capacità straordinarie d’intuito e di guida per gli altri. Gli dobbiamo tanta riconoscenza e ci rimarranno un bel ricordo e il suo esempio di vita. Un esempio che non deve valere solo per il passato ma soprattutto per il futuro.

Marco Filippeschi, sindaco di Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio del sindaco di Pisa Marco Filippeschi per la scomparsa di Angiolino Diomelli

PisaToday è in caricamento