Il razzismo è un fatto sociale e nella società va combattuto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Abbiamo ascoltato integralmente l'intervento della consigliera comunale della Lega e vice presidente del Consiglio Comunale di San Giuliano Terme e la replica dell'assessore competente. Nell'interrogazione presentata dalla consigliera della Lega dal titolo "Presenza di Rom a Ghezzano", la presenza di persone in situazioni di marginalità viene ancora una volta trattata come un problema di decoro pubblico e, come si faceva ai tempi del Manifesto della razza, vengono elencate alcune caratteristiche negative che sarebbero tipiche dei bambini e delle bambine di etnia rom. Parole che condanniamo, che ci disgustano e ci indignano e che rendono la consigliera, a nostro parere, incompatibile con una carica istituzionale. Parole indegne sì, ma che purtroppo non ci stupiscono. Chi, anche solo per caso, ha avuto la possibilità di passare un po' di tempo insieme a persone della comunità rom scopre che la violenza verbale (e non solo) contro queste persone è all'ordine del giorno. I rappresentanti della Lega hanno avuto negli ultimi anni la grave responsabilità di sdoganare, rendere pubblica, portare nelle istituzioni questa violenza.

La Lega raccoglie, tuttavia, un senso comune diffuso nella società, che a volte prende la forma delle transenne nei parcheggi pubblici "così qui i rom non si possono fermare", di una porta chiusa per chi, come noi, vuole fare un doposcuola a tutti i bambini, compresi quelli rom, in un circolo amico, perchè "noi qui i rom non ce li vogliamo". Altre volte ha la forma della tolleranza verso discorsi ambigui, quando non apertamente razzisti, da parte di membri che occupano cariche dirigenziali di partiti e associazioni dichiaratamente progressisti. Ci auguriamo, quindi, che le forze politiche e associative che in questi giorni hanno stigmatizzato l'episodio, soprattutto laddove ricoprono incarichi di governo, si adoperino affinché oltre al pregiudizio antizigano anche le disuguaglianze economiche siano rimosse con politiche sociali adeguate, affinché tutti coloro che vivono in situazioni di povertà e marginalità possano vivere una vita degna come è nelle loro aspirazioni.

Scuola Mondo APS

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento