Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Ospedale: impiantata valvola di nuova generazione contro la stenosi aortica severa

Il nuovo sistema è stato impiantato per la prima volta in Italia a Cisanello, dalla equipe della professoressa Petronio. Destinatario un paziente di 85 anni. E' la soluzione più duratura ad una delle malattie più comuni per le valvole aortiche

L'intervento chirurgico è stato eseguito lo scorso 9 ottobre all’ospedale di Cisanello, nella Sezione dipartimentale di Emodinamica. E' il primo in Toscana e in Italia che usa il nuovo sistema CoreValve® Evolut™ R, innovativo perché permette la sostituzione transcatetere della valvola cardiaca per i pazienti affetti da stenosi aortica. Sul territorio nazionale ne soffrono il 12,4% degli over 75, di cui il 3,4% in modo appunto severo, tanto da richiedere un'incisiva terapia come la sostituzione chirurgica.

Ad eseguire l'intervento è stata la professoressa Sonia Petronio. "L’impianto della nuova valvola, effettuato su un paziente di 85 anni con degenerazione di una protesi aortica biologica chirurgica,  si è concluso con successo e con la massima soddisfazione del team da me diretto – ha dichiarato – il nuovo sistema presenta caratteristiche che assicurano una maggiore sicurezza nella fase procedurale, un miglioramento delle prestazioni e soprattutto una maggior facilità d’impianto: la valvola transcatetere, infatti, è ora completamente ricatturabile (la valvola può essere reinserita nel catetere) e riposizionabile (può essere spostata al di sopra o al di sotto della sua collocazione iniziale) durante la fase di rilascio, allo scopo di ottenere la posizione migliore".

La stenosi valvolare aortica, patologia di origine degenerativa causata dalla calcificazione dei lembi valvolari in seguito all’invecchiamento, che determina un restringimento della valvola aortica, è una delle malattie più comuni delle valvole cardiache. Le conseguenze di questa malattia sono molto pericolose, poiché questa situazione determina un indebolimento del muscolo cardiaco che può determinare, come conseguenze, un’insufficienza cardiaca e un aumento del rischio di morte cardiaca improvvisa se non ricevono un trattamento in grado di procurare un significativo miglioramento dei sintomi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale: impiantata valvola di nuova generazione contro la stenosi aortica severa

PisaToday è in caricamento