rotate-mobile
Martedì, 21 Marzo 2023
Cronaca San Piero a Grado

San Piero a Grado: taglio del nastro per la nuova clinica odontoiatrica 5.0

L'inaugurazione del nuovo studio a basso impatto ambientale e con tecnologie innovative

Nuova avventura a San Piero a Grado per un gruppo di odontoiatri pisani che ha scelto questo sito per installare una struttura sanitaria fortemente innovativa e strettamente legata al paesaggio e al territorio in cui è inserita. L’apprezzamento di questa nuova sfida imprenditoriale in un settore strategico che richiede elevati livelli di prestazioni, alti profili professionali e strumentazioni di avanguardia è attestato dalla significativa partecipazione di numerose persone all'inaugurazione a cui era presente anche il sindaco di Pisa Michele Conti. 

“Grazie perché ora, questo spazio che visitai due anni fa con alcuni residenti e che era abbandonato, vive e offre nuovi servizi. Molti complimenti e un augurio di buon lavoro ai professionisti che da domani lavoreranno in questo modernissimo contesto per offrire nuovi servizi agli abitanti di quest’area e non solo - ha detto il sindaco Conti - sono molto contento di questo intervento che vede compiersi in questo contesto urbanistico una significativa integrazione tra le funzioni residenziali e quelle direzionali”. 

La 'San Piero Odontoiatria', in Largo Nicola Ciardelli, sarà operativa da oggi e, come spiega il suo direttore sanitario, la dottoressa Elena Mei, “non solo rappresenta un modello dell’Industria 4.0, grazie alle più moderne tecnologie abilitanti, ma è proiettata verso il paradigma dell’Industria 5.0, con l’individuo al centro dei processi e l’erogazione di servizi a basso impatto ambientale”. 

La struttura, al piano terra di un complesso immobiliare di recente costruzione, dove sono già presenti altri studi medici, accresce e completa l’offerta sanitaria dell’area in un contesto semi-urbano a cardine tra la città e la costa. Molto forti gli elementi identitari e di richiamo al contesto, con la vicina pineta del Parco di San Rossore ripresa nella grafica delle importanti vetrate esterne ed interne e la Basilica di San Piero stilizzata nel logo. “Tutto intende sottolineare lo stretto legame che unisce fortemente questa nuova realtà al suo territorio” spiegano l’architetto Francesca Mosti e l’ingegnere Benedetta Porcaro D’Ambrosio in rappresentanza di ArchMedO, il network di Architettura Medica Odontoiatrica che ha creato il progetto e seguito tutte le fasi della realizzazione assieme agli ingegneri di In.Ge.Co. “Grazie all’impiego di materiali e tecnologie specifiche per il settore sanitario e che rendono la struttura assolutamente moderna - commentano le due professioniste - i pazienti, adulti e bambini, troveranno ambienti accoglienti nelle aree cliniche ed extracliniche”.

La struttura è dotata persino di tecnologia di realtà virtuale e aumentata e grande attenzione è stata riservata alla accessibilità degli ambienti per le persone diversamente abili. 

Il verde e la natura sono la cifra di questo piccolo gioiello dell’architettura sanitaria a partire dalla reception e dalla sala d’attesa, dove il verde stabilizzato a parete funziona da barriera fono assorbente e  lavora anche sulla qualità dell’aria. “Abbiamo previsto anche un’area bambini - spiegano i progettisti - studiata appositamente per loro, immersi nel verde, e una sala operativa esclusivamente dedicata ai piccoli pazienti”. L’area clinica è infine composta da 4 sale operative caratterizzata da una importante sterilizzazione a vista, un locale TAC e un locale ritocchi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Piero a Grado: taglio del nastro per la nuova clinica odontoiatrica 5.0

PisaToday è in caricamento