Cronaca

Vecchiano: inaugurata l'installazione per celebrare Antonio Tabucchi

Si chiama "In ricordo di Antonio. La vita non è in ordine alfabetico", un vero e proprio viaggio attraverso le immagini nell'opera tabucchiana

Inaugurata questa mattina, sabato 10 ottobre, la mostra dedicata ad Antonio Tabucchi nello spazio Culturale di Vecchiano a lui intitolato. Alla presenza di un buon numero di cittadini il sindaco Massimiliano Angori, l'assessore alla Cultura Lorenzo del Zoppo e il vicepresidente dell'Associazione Culturale Antonio Tabucchi hanno tagliato il nastro dell'installazione 'Un ricordo di Antonio. La vita non è in ordine alfabetico', un viaggio attraverso le immagini della vita e delle opere del grande scrittore, ripercorrendo anche il lavoro fatto in collaborazione con la Scuola Media G.Leopardi di Vecchiano.

"Con estrema soddisfazione consegnamo ai cittadini questa mostra che da oggi sarà visitabile presso lo Spazio Tabucchi. Sarà un modo per soffermarsi a pensare ad Antonio e riflettere attraverso i suoi scritti", ha affermato il primo cittadino che nel corso del suo intervento ha portato anche i saluti di Maria Josè de Lancastre, la moglie di Tabucchi, e ha ricordato l'impegno dell'amministrazione comunale "per la restaurazione del Palazzo Tabucchi adiacente al Palazzo Comunale, per il quale recentemente è stato ottenuto un finanziamento dalla Fondazione Pisa e l'ufficio tecnico comunale sta lavorando al progetto esecutivo finalizzato al restauro della facciata esterna. Un'azione propedeutica a conferire all'immobile la veste di Polo Culturale in memoria di Antonio".
L'assessore Lorenzo Del Zoppo ha sottolineato l'importanza di questa iniziativa "poichè nel contesto della pandemia che stiamo vivendo era nostra intenzione organizzare un evento pubblico per ricordare, come da tradizione per il nostro Comune, Antonio Tabucchi che non viene commemorato soltanto come vecchianese, ma come autore che con le sue opere fa riflettere ancora oggi generazioni di lettori".
Un messaggio confermato dal vicepresidente dell'Associazione, Ovidio Della Croce, che ha definito l'installazione "un lavoro corale, nato in sinergia tra Comune, Associazione culturale e istituzione scolastica. I pannelli rappresentano briciole di letteratura e di scrittura che altro non sono se non un prolungamento della vita umana".

Le foto sono state sapientemente rielaborate dal fotoreporter professionista Fabrizio Sbrana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vecchiano: inaugurata l'installazione per celebrare Antonio Tabucchi

PisaToday è in caricamento