Cronaca Marina di Pisa

Porto Boccadarno, un sogno che diventa realtà: Pisa riconquista il suo mare

Una cerimonia in grande stile per inaugurare il nuovo porto Boccadarno a Marina di Pisa. Numerose le autorità presenti, tra cui i ministri Orlando e Carrozza. Assenti il presidente della Regione Enrico Rossi e il premier pisano Letta

Pisa, vecchia gloria delle Repubbliche Marinare torna alla conquista del Tirreno con il neo porto Boccadarno: molo per imbarcazioni e nuovo punto focale del turismo pisano, che si proietta verso il futuro unendosi alla forza attrattiva della Torre, del Parco San Rossore e dell'aeroporto internazionale. Stamattina una sontuosa inaugurazione ha incoronato la città della Torre come 'Porta della Toscana', un ingresso al futuro, quello costruito giorno per giorno anche con grandi progetti, in controtendenza alla violenta crisi economica che sta attanagliano l'intero Paese.

Numerose le autorità presenti all'inaugurazione: il sindaco Marco Filippeschi, i ministri Maria Chiara Carrozza e Andrea Orlando, il presidente della provincia Andrea Pieroni, l'amministratore delegato Boccadarno Stefano Bottai, il Prefetto Francesco Tagliente, i maggiori rappresentanti delle forze dell'ordine, gli assessori comunali e provinciali, e tanti altri. Assenti invece il presidente della Regione Enrico Rossi e il premier Enrico Letta: il primo per motivi di salute e il secondo per improrogabili impegni istituzionali.

Negli anni i lavori hanno mutato e bonificato profondamente la foce del fiume che era ridotta ad un vecchio sito inquinato, lasciato in grave stato di trascuratezza e incuria a causa delle fabbriche dismesse. Ora il porto è collegato alla grande viabilità autostradale e si trova in un punto strategico vicino a molte città toscane importanti, anche per quanto riguarda l'economia e il turismo marino, come Livorno e Viareggio.

Tra gli obiettivi più importanti sui quali lavorare c'è sicuramente quello di far crescere Boccadarno, facendolo diventare un porto turistico di tutto rispetto a livello nazionale. Già dalla sua apertura offre numerosi servizi, anche per disabili. Tra quelli più interessanti ricordiamo il parcheggio riservato, il distributore carburante, prese tv e satellitari, possibilità di connessione wi-fi, pompe di raccolta acque nere, assistenza all'ormeggio, servizi igienici, videosorvegliana in tutte le ore della giornata e servizi di primo soccorso. In tutto 350 posti barca, di cui un centinaio sono già stati venduti: i posti sono di proprietà esclusiva per sempre, anche se costruiti in aree demaniali.

L'ATTERRAGGIO DEI PARACADUTISTI: GUARDA IL VIDEO

La cerimonia inaugurale, presentata dall'attore Andrea Buscemi, è iniziata con il taglio del nastro fino all'issaggio delle bandiere europea, pisana e italiana: tre simboli di appartenza al nostro paese e di unione con gli altri stati. A portare la bandiera pisana i canottieri del Galeone Rosso, mentre il tricolore è stato consegnato dai paracadusti dell'esercito italiano che hanno eseguito un lancio spettacolare sotto gli occhi di tutti i partecipanti. La bandiera europea è stata portata dal Corteo degli sbandieratori delle Repubbliche Marinare.

Distante 52 miglia da Portoferraio e 84 dall'Isola del Giglio, il porto si presenta in modo elegante con una passeggiata sopraelevata che il sindaco ha dichiarato si chiamaerà 'Belvedere Mediterraneo'. Come in un quadro o in una foto panoramica, Boccadarno ha sullo sfondo la vista mozzafiato della Alpi Apuane che si stagliano all'orizzonte, il paesaggio è arricchito poi da tutta la costa del Gombo e dagli impianti di pesca nella foce che la rendono caratteristica. Uno scenario suggestivo a lungo decantato dal grande Gabriele D'annunzio, che per anni fece visita a Marina in compagnia dell'attrice Eleonora Duse.

Il filo conduttore che unisce tutti i commenti delle Autorità è che il Porto simboleggia un sogno divenuto realtà: un segno di crescita e un'opprtunità di lavoro diretta e indiretta per molti pisani. Oltre alle previsioni di buon auspicio, Boccadarno parte già con un dato concreto: la riqualificazione fatta sul Litorale e la foce del fiume. "Un grande progetto frutto di una sincera collaborazione tra Comune, enti ed Istituzioni - sono le parole del primo cittadino Filippeschi - Abbiamo scommesso nel Litorale nonostante il periodo difficile, Boccadarno rappresenta un imponente intervento privato, Pisa ancora una volta dimostra di essere una delle città toscane più ambiziose al centro di strategie per il futuro".

Tra gli interventi più attesi quello della ministra pisana Maria Chiara Carrozza che, visibilmente emozionata, esordisce con la frase: "Qui mi sento a casa". Tra i microfoni e i flash della stampa che seguono ogni suo movimento parla con orgoglio della sua città: "Pisa deve continuare a puntare e scommettere sulle sue peculiarità culturali ed economiche, quali l'aeroporto, il Parco di San Rossore, l'Università e da oggi anche il Porto. In questa domenica sventolano le bandiere dell'Europa, di Pisa e dell'Italia, simbolo di unione e crescita futura". 

Anche Roberto Perocchio, presidente dell'associazione mondiale che raduna i porti turistici, commenta positivamente la grande opera pisana: "Boccadarno è una straordinaria opportunità non solo per il territorio toscano ma per tutto il Paese". L'ingresso delle prime barche è stato salutato da Stefano Bottai che con orgoglio ha concluso "Ora siamo in Porto".

PARATA DI AUTORITA': TUTTI I COMMENTI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Boccadarno, un sogno che diventa realtà: Pisa riconquista il suo mare

PisaToday è in caricamento