Cronaca

Protezione Civile, inaugurata la nuova Sala Operativa: un centro anti-emergenza

Una centrale, già utilizzata lo scorso 11 febbraio, che servirà per coordinare mezzi e uomini sul territorio provinciale in occasione di calamità naturali, ma anche di grandi eventi. E' stata intitolata all'ingegnere Riccardo Del Gratta

Il presidente Andrea Pieroni inaugura la Sala con la moglie dell'ingegner Del Gratta

Taglio del nastro ufficiale questa mattina per la nuova Sala Operativa Provinciale Integrata, situata nel palazzo della Provincia di Pisa in via Nenni. In realtà la sala era già stata 'battezzata' per l'ultima emergenza maltempo, lo scorso 11 febbraio. Da qui infatti è partito il coordinamento per tutti i mezzi e uomini della Protezione Civile che hanno operato nelle zone del territorio colpite dalle piogge e dai fiumi in piena.

La nuova centrale, intitolata a Riccardo Del Gratta, ingegnere, dipendente della Provincia, prematuramente scomparso nel 2013, occupa un intero piano del palazzo, appositamente ristrutturato e riorganizzato per garantire la necessaria funzionalità agli ambienti. All'interno sono presenti tecnologie di comunicazione di ultima generazione in grado di garantire senza soluzione di continuità lo scambio di informazioni anche in condizioni ambientali critiche, spesso riscontrabili in caso di calamità. La Sala Operativa, realizzata anche con il contributo della Regione Toscana, sarà posta al servizio della comunità e costituirà un centro operativo integrato per il coordinamento dei soccorsi e lo scambio di informazioni tra tutte le strutture che intervengono in occasione di calamità, emergenze o grandi eventi.

"Se Pisa si è salvata lo deve anche al lavoro fatto a monte, a coloro che hanno operato sul campo e nella centrale operativa, rappresentando l’occhio e il braccio della catena di comando. Questa sala sarà aperta ogni qualvolta ci sarà uno stato di allerta dichiarato dalla Regione, ma anche per eventi che saranno organizzati sul nostro territorio - ha precisato il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni - è necessario investire in prevenzione e occorrono risorse che al momento non sono disponibili, ma questo non deve far accantonare l'importanza della messa in sicurezza. A giorni si insedierà il nuovo Governo: tra le priorità ci deve essere questa".
"Lo Stato si deve rendere conto che deve darci una mano - ha ribadito l'assessore regionale alla Presidenza Vittorio Bugli - lunedì è fissato un incontro con i vari sindaci dei Comuni colpiti dal maltempo, sarà l'occasione per fare il punto sulle opere da realizzare ma anche per fare fronte comune sull'importanza di ricevere finanziamenti dal Governo, visto che da soli non ce la facciamo".

Sono invece tornati sulle due ultime grandi emergenze affrontate dalla provincia di Pisa (le piene del 31 gennaio e dell'11 febbraio) il prefetto Francesco Tagliente e il vicesindaco del Comune di Pisa, con delega alla Protezione Civile, Paolo Ghezzi. "Tutti gli anelli della catena erano ben saldi - ha evidenziato Tagliente - niente avrebbe potuto rompere la sinergia e l'armonia che era presente tra tutti i soggetti che hanno operato nell'emergenza. La capacità di fare rete è un elemento importante e noi ci siamo riusciti, per questo ringrazio tutti". "La Protezione Civile non può impedire all'acqua di uscire, ma deve prendere decisioni, le nostre si sono rivelate giuste, tutto è andato bene in entrambe le emergenze, due situazioni molto diverse che abbiamo fronteggiato" ha aggiunto il vicesindaco Ghezzi.

Presente all'inaugurazione anche il comandante della Sala Operativa della Capitaneria di porto di Livorno Gregorio De Falco, divenuto famoso per il suo colloquio con il capitano Francesco Schettino, nell'ambito del tragico naufragio della Costa Concordia all'Isola del Giglio. "E' fondamentale che la Sala Operativa lavori nella fase di monitoraggio di calamità naturali, così da controllare gli eventi - ha affermato De Falco - per far questo sono necessarie una struttura adeguata, e mi sembra che questa centrale sia un ottimo punto di partenza, e la capacità delle persone, visto che sono di estrema importanza le decisioni che si assumono per fronteggiare l'emergenza. Mi auguro che ci sia una collaborazione con la Sala Operativa della Capitaneria di porto di Livorno per ottenere il massimo risultato".

PIANO PROVINCIALE DI PROTEZIONE CIVILE. "La nuova Sala Operativa è un traguardo importante che si aggiunge a quello della recente approvazione del nuovo piano provinciale di protezione civile, il complesso documento che definisce il quadro dei rischi relativo al territorio provinciale e disciplina l'organizzazione e le procedure necessarie per fronteggiare le emergenze - ha spiegato il direttore della Provincia Giuliano Palagi - è un approfondito aggiornamento del piano del 2006 e contiene oggi l'inquadramento generale del territorio provinciale, sia per quanto riguarda gli aspetti naturali che antropici; il quadro dei rischi del territorio; l'organizzazione della Provincia in caso di emergenza; le modalità di coordinamento con le altre strutture operanti nell'ambito provinciale; le risorse disponibili e procedure di raccordo con la Regione per l'attività di supporto di quest'ultima".

SCOLMATORE. L'inaugurazione della Sala Operativa è stata anche l'occasione per fare il punto sul cronoprogramma degli interventi sullo Scolmatore, canale che è stato fondamentale per far defluire l'acqua e 'salvare' così i territori che attraversa nel corso delle ultime due emergenze: “Il 25 febbraio 2014 si svolgerà la conferenza dei servizi e da quel momento potrà partire la fase della progettazione esecutiva degli interventi di dragaggio e innalzamento degli argini dello Scolmatore al fine di aumentarne la portata - ha detto Pieroni - il tempo fini qui trascorso è stato impegnato nell’espletare le valutazioni di impatto ambientale e per superare alcune difficoltà relative all’intervento di realizzazione della foce armata, affinché non ricadesse in zona di interesse nazionale. Nessun ritardo, ma i tempi necessari per gestire una progettazione complessa e articolata di un’opera da 51 milioni di euro complessivi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione Civile, inaugurata la nuova Sala Operativa: un centro anti-emergenza

PisaToday è in caricamento