Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Inaugurazioni: nuova vita per la statua del Maggiore Gian Paolo Gamerra

La mattina di sabato si è tenuta la celebrazione del ritorno al suo posto dell'opera dopo l'atto vandalico del 2014

Gli studenti della scuola media 'Gian Paolo Gamerra' si sono dati appuntamento davanti al cimitero di Riglione stamani, 28 ottobre, per partecipare alla cerimonia in memoria del Maggiore Gian Paolo Gamerra, vittima del nazifascismo. A loro è spettato il compito di raccontare, con i loro pensieri sulla guerra, una pagina di storia sulla quale hanno lavorato a scuola con l'aiuto degli insegnanti e dei rappresentanti del Ctp 3.

"A voi, ragazzi e ragazze - ha detto il sindaco Marco Filippeschi nel suo intervento - dedichiamo questo momento importante per la città, una pagina di storia nel ricordo di momenti e uomini straordinari che hanno dato tutto per tutelare quei valori che fondano oggi la nostra comunità. Un momento in cui restituiamo alla città ed al quartiere di Riglione un monumento che era stato oltraggiato e che invece è il simbolo del nostro impegno a coltivare la memoria, impegno che abbiamo promosso e continuiamo a promuovere a dispetto del tempo che passa. Lasciamo un percorso aperto e ricco di collaborazioni in una città che ha sempre ribadito il suo impegno e la sua battaglia per tenere alti i valori della Costituzione".

Una cerimonia carica di significato dopo la ricollocazione di fronte al cimitero della statua che nel gennaio 2014 fu divelta dal piedistallo e trafugata. Ritrovata pochi giorni dopo da una pattuglia della Polizia Municipale, ripulita e restaurata, è tornata al suo posto. Il Maggiore Gian Paolo Gamerra, medaglia d'oro al valor militare, fu trucidato dai nazisti insieme a nove dei suoi uomini per essersi rifiutato di consegnare loro mezzi e armi. Era il 9 settembre 1943, il giorno dopo l'armistizio.

Una data non casuale quella del 28 ottobre, quella della Marcia su Roma nel 1922, scelta dall'Anpi nazionale come giornata antifascista e costellata di iniziative in tutta Italia. Dopo la deposizione di una corona al monumento dedicato al Maggiore sono intervenuti il Sindaco Marco Filippeschi; il vicepresidente del Consiglio Comunale Riccardo Buscemi; il Comandante del centro si addestramento Paracadutismo Alessandro Borghesi; il presidente del comitato provinciale Anpi Bruno Possenti; il presidente del Ctp 3 Marco Biondi e l'assessore Marilù Chiofalo. Presenti anche la consigliera regionale Alessandra Nardini e l'assessore del comune di Calci Anna Lupetti.

Agli studenti intervenuti il sindaco ha consegnato una copia della Costituzione ed alla scuola tutta è stata donata una targa per ringraziare dell'impegno che da sempre viene profuso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurazioni: nuova vita per la statua del Maggiore Gian Paolo Gamerra

PisaToday è in caricamento