rotate-mobile
Cronaca

Incendi boschivi, i Vigili del Fuoco contro la Regione: "Risorse prossime allo zero"

L'Usb dei Vigili del Fuoco di Pisa esprime dei dubbi sulle modalità di gestione e finanziamento del sistema antincendio della Toscana: "Ai pompieri solo il 3,6% delle risorse impiegate, ma siamo sempre noi ad intervenire"

"Il costo sostenuto dalla Regione per i Vigili del Fuoco è prossimo allo zero. Eppure siamo sempre noi ad intervenire nei casi di incendi boschivi". E' la denuncia lanciata dall'Unione sindacale di base dei Vigili del Fuoco di Pisa dopo l'incendio che sabato scorso ha devastato più di 20 ettari di bosco sul Monte Serra. Il sindacato accusa infatti la Regione, esprimendo dubbi su quelle che sono le modalità di gestione e finaziamento del sistema antincendio in Toscana.

"La Legge 353/2000 - scrive in una nota il sindacato - ha demandato alle Regioni la previsione, prevenzione e lotta agli incendi boschivi. La Toscana spende circa 11 milioni di euro per garantire l’organizzazione antincendio boschivo basata su personale dipendente e associazioni di volontariato, oltre che per l’acquisto dei mezzi antincendio. Le forze in campo sono: una sala operativa regionale (Soup), 10 sale operative provinciali (Cop), 180 Direttori Aib, 498 operai forestali e 4220 volontari di associazioni a cui vengono fornite 478 fiammanti fuoristrada 4x4 con modulo antincendio oltre a 137 camion sempre con modulo. Poi ci sono 10 elicotteri antincendio di proprietà di società private noleggiati per lo scopo".

Oltre a questo dispositivo la Regione stipula poi una convenzione con i Vigili del Fuoco per coprire l'isola di Capraia, l'isola del Giglio, l'isola d'Elba e  Pontremoli, zone che non riesce a coprire con i volontari. "Una convenzione - prosegue l'Usb dei Vigili del Fuoco di Pisa - di 398.000 euro (il 3,6% delle risorse complessive impiegate dalla Regione), che in sostanza bastano per coprire i salari e i carburanti dei 4 presidi. Una cifra che ormai è la stessa da molti anni nonostante nel 2009 fosse di 700mila euro".

"Nonostante questo - continua il sindacato - nonstante i 2 Canadair (dei Vigili del Fuoco), nonostante il potenziale a disposizione della Regione sabato è stato richiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco. Gli uomini impegnati sul Monte Serra sono così stati tolti dal servizio ordinario di soccorso, determinando che sulla città e su tutto il territorio cittadino, compreso l’affollato litorale che in questo periodo aumenta notevolmente le presenze e di conseguenza i rischi connessi, fosse presente una sola squadra, con enormi difficoltà se fosse servita un'autobotte, un'autoscala o un altro mezzo di appoggio all’unica squadra rimasta. Identica problematica per la sede di Castelfranco costretta ad operare sotto organico minimo con solo 4 vigili anziché il minimo previsto di 5. Tutto ciò determina un aumento del pericolo per i cittadini e per gli operatori stessi".

"E' normale - conclude il sindacato - che in questa regione ai Vigili del Fuoco siano destinate risorse per l’antincendio pari al 3,6% delle risorse complessivamente spese? I Vigili del Fuoco contribuiscono allo spegnimento di incendi per solo il 3,6% del totale? Quanti incendi estivi si vedono senza che ci siano i pompieri?"

INCENDIO DA UN MILIONE DI EURO. Arrivano intanto anche le prime stime sui costi sostenuti dalla collettività per spegnere le fiamme sul Monte Serra. Secondo il comando provinciale dei Vigili del Fuoco l'incendio è costato quasi un milione di euro.

"Per domare le fiamme - ha spiegato il comandante provinciale Ugo D'anna - sono stati messi a disposizione 4 elicotteri e due Canadair dei Vigili del Fuoco. Un elicottero costa circa 7mila euro di carburante ogni ora, un Canadair il doppio. Tenendo in considerazione la durata dell'intervento, che è stata di circa 15 ore, e il dispiegamento di forze sul posto, il costo totale si aggira intorno a un milione di euro". Per quanto riguarda l'origine del rogo continua a non essere esclusa la natura dolosa dell'incendio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi, i Vigili del Fuoco contro la Regione: "Risorse prossime allo zero"

PisaToday è in caricamento