rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022

Incendio di Massarosa, più fronti spinti dal vento: bruciati 560 ettari

Proseguono le operazioni con elicotteri, Canadair e squadre a terra. Nottata difficile, il quadro dei Vigili del Fuoco

Sono ripartite, stamani 20 luglio, le operazioni di contenimento e spegnimento del grande incendio quasi al confine fra le province di Pisa e Lucca, nel comune di Massarosa.

Nella notte, a causa del vento, i fronti di fiamma si sono rinforzati e hanno mutato direzione, sono arrivati sino agli abitati di Miglianello, Pieve a Elici e Montigiano, coinvolgendo anche gli insediamenti posti a fondo valle di via di Roncò, via Acquachiara e via Polla di Morto. Sono stati fatti evacuare i nuclei abitati direttamente minacciati dalle fiamme con aiuto di Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Carabinieri e Polizia Locale, una parte circa 80 alloggiati presso la scuola a Massarosa, molte altre in altre strutture e/o accolte presso parenti ed amici. Ancora attivo il fronte di Fibbialla. 

Le operazioni continuano non senza difficoltà. Tornati attivi stamani i velivoli antincendio, coinvolti anche nelle operazioni di contenimento a Filettole, Vecchiano.

In mattinata attivo un nuovo incendio sul Monte Serra 

Durante la notte, nell'area lucchese, si sono verificate "alcuni situazioni critiche anche per il personale antincendio, dovute alla variazione di vento, alla scarsa visibilità e alle zone impervie", fanno sapere i Vigili del Fuoco. Sono avvenute diverse esplosioni di serbatoi di gpl. Sono a lavoro ancora le squadre di terra di Vigili del Fuoco e del personale Aib della Regione Toscana. Durante tutta la notte il nucleo Sapr, attraverso il sorvolo di un drone con termocamera, ha monitorato l'andamento dei fronti di fuoco per capire l'evoluzione e l'avanzamento, per aiutare la gestione dello scenario del personale Tas (Topografia Applicata Soccorso) e al Direttore delle Operazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Incendio di Massarosa, più fronti spinti dal vento: bruciati 560 ettari

PisaToday è in caricamento