Cronaca

Incendio alla Mazzoni Ferro, situazione sotto controllo: ordinanza revocata

Il sindaco di San Miniato ha annullato l'ordinanza che prescriveva ai cittadini di alcune frazioni di restare in casa e di non consumare ortaggi freschi. A Empoli resta questo secondo divieto in un raggio di 500 metri dalla fabbrica

Il materiale bruciato alla Mazzoni Ferro

E' tornata lentamente alla normalità la situazione dopo l'incendio alla Mazzoni Ferro, l'azienda di Empoli andata a fuoco nella notte tra mercoledì e giovedì. Lunghe le operazioni di spegnimento e due ordinanze emanate dal sindaco di Empoli e da quello di San Miniato che invitavano la popolazione a restare in casa e a non consumare ortaggi degli orti delle zone interessate dall'incendio.

Il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini ha annullato ogni precedente disposizione che riguardava la popolazione residente nella frazioni di Isola, Roffia, La Scala, Ponte a Elsa.

Situazione un po' diversa invece per quanto riguarda il Comune di Empoli. Secondo i tecnici dell’Asl 11 e dell’Arpat infatti non si possono comunque escludere del tutto possibili e pur minime ricadute in forme non visibili entro un raggio stimato di 500 metri dalla fabbrica ove è avvenuto l'incendio. Per questo è stato ‘ordinato’ il divieto di consumo degli ortaggi entro quell’area. Stamattina saranno raccolti campioni da analizzare sul materiale incendiato e si campioneranno anche alimenti nel raggio di 500 metri a scopo precauzionale.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio alla Mazzoni Ferro, situazione sotto controllo: ordinanza revocata

PisaToday è in caricamento