Incendio sul Serra, indagini in corso: si cercano riscontri

La Procura di Pisa valuta segnalazioni e utenze telefoniche per risalire a chi ha voluto e trovato il disastro

Mentre procedono gli sforzi di Vigili del Fuoco e volontari, oggi 28 settembre, nella bonifica e messa in sicurezza delle aree bruciate, procede anche il lavoro degli inquirenti per dare un nome al responsabile, o i responsabili, del disastro del monte Serra. A coordinare le indagini è il procuratore capo Alessandro Crini in prima persona.

Si continua a procedere a carico di ignoti per il reato di incendio doloso. La dinamica dell'incendio non lascia molti dubbi sulla natura volontaria del danno. Mancano però ancora degli indagati. La raccolta di informazioni nei luoghi dell'incendio e delle testimonianze procedono senza sosta. 

Ci sono vari sospettati che in passato sono stati coinvolti o monitorati su episodi simili. Gli inquirenti non escludono alcuna possibile pista. Sono al vaglio diverse valutazioni circa gli interessi che potrebbero celarsi dietro la distruzione di un territorio, dai ricchi incarichi sulla bonifica ad altre attività economiche che potrebbero trarre giovamento dalle conseguenze dell'incendio. Si parte da qua per trovare una svolta nelle indagini, anche grazie al controllo delle utenze telefoniche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento