Auto sfonda la vetrata del bar Lilli: "Siamo disperati, poteva esserci una strage"

L'incidente è avvenuto intorno alle ore 6.10, il locale apre alle 6.30 ma a lavorare c'erano 5 persone. La moglie del titolare: "Chi paga i danni?"

Foto inviate da un nostro lettore

Uno scenario di distruzione e tanta paura. E' sconvolta Debora Pecchioni, cassiera e moglie del titolare del bar pasticceria 'Da Lilli', locale che stamani 26 maggio è stato duramente colpito da uno spaventoso incidente stradale: un'auto è arrivata a forte velocità ed ha sfondato le vetrate dell'entrata.

"Siamo disperati, spero che il ragazzo che guidava abbia una spiegazione per quanto è successo". Il conducente, un 24enne, non ha riportato gravi conseguenze dall'impatto. Si sfoga Debora: "Non so cosa abbia visto o come potesse stare per prendere dritto una rotatoria in quel modo. Da non credere. Sappiamo che era in macchina da solo, poi c'era un'altra auto con degli amici a bordo. E' successo alle 6.10, eravamo chiusi perché si apre alle 6.30, dentro però c'erano i ragazzi che lavoravano. Uno era nel locale che stava preparando, altri 4, fra cui mio marito, nel laboratorio. Bastava poco e poteva fare una strage". 

L'esercizio, dopo la messa in sicurezza, ha riaperto regolarmente. Non è certamente facile riprendere l'attività quotidiana dopo lo scampato pericolo: "Sono stati travolti e fatti saltare sedie, tavoli, ombrelloni... spaccate le vetrate e pure il muro. Una visione incredibile, i ragazzi qua sono sotto choc". Il pensiero va poi alle prossime difficoltà di gestione: "Spero di avere notizie dal mio legale - dice Debora - c'è da capire chi paga i danni, qualcuno dovrà dormire nel locale. Spero che la giustizia faccia il suo corso". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento