Giovedì, 23 Settembre 2021
Incidenti stradali Casciana Terme

Casciana Terme: rintracciato il Suv pirata che ha ucciso la scooterista

I Carabinieri sono riusciti a individuare il mezzo grazie al numero di targa fornito da un testimone. Sono stati arrestati due tagliaboschi: sul Suv ammaccature evidenti compatibili con l'incidente

Sono stati rintracciati e arrestati i pirati della strada che a bordo di un Suv hanno investito e ucciso ieri sera Fernanda Belcari, fuggendo senza prestare soccorso. Si tratta di due tagliaboschi, un italiano di 50 anni di Casciana Terme, a cui è intestata la Toyota Land Cruiser fuggita, e un albanese di 30 anni che, secondo i Carabinieri, stava guidando il fuoristrada al momento dell'incidente.

I due sono stati rintracciati grazie alla testimonianza di un giovane che ha assistito all'incidente e ha annotato la targa del veicolo, segnalandola poi ai militari dell'Arma. I tagliaboschi sono stati arrestati a casa dell'italiano, proprietario del Suv, dove i Carabinieri si sono recati proprio in base al numero di targa. Presso l'abitazione è stato ritrovato anche il fuoristrada, che aveva evidenti ammaccature ritenute molto compatibili con l'incidente.


La donna 66enne era su uno scooter quando è stata tamponata dal veicolo. Secondo una ricostruzione, la vittima stava svoltando per immettersi nella strada che conduce alla sua abitazione quando il fuoristrada l'ha tamponata facendola cadere a terra e passandole sopra con le ruote. Soccorsa dal 118, è poi deceduta all'ospedale Cisanello di Pisa. Accertamenti sono in corso per definire la dinamica dell'incidente e le responsabilità esatte dei due boscaioli arrestati. (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casciana Terme: rintracciato il Suv pirata che ha ucciso la scooterista

PisaToday è in caricamento