rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Incidenti stradali Vecchiano

Migliarino, evade dai domiciliari e investe un motociclista: ubriaco e senza patente

L'uomo, un pregiudicato già noto alle forze dell'ordine, aveva provocato l'incidente ed era poi fuggito. E' stato rintracciato dai Carabinieri in una stradina sterrata nella zona industriale della frazione di Vecchiano

E' avvenuto tutto poco dopo le 22.00 di ieri sera. Una telefonata ai Carabinieri ha segnalato che un giovane a bordo di un motociclo era stato investito a Migliarino da un’autovettura che poi si era data alla fuga omettendo di prestare soccorso. Immediatamente la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri ha allertato tutte le pattuglie impegnate sul territorio della Provincia di Pisa nell’ambito di un servizio coordinato di controllo del territorio disposto dal neo Comandante Provinciale Carabinieri di Pisa.

I militari della Stazione di Migliarino, a circa tre chilometri di distanza dal luogo dell'incidente, hanno notato in una stradina sterrata nell'area industriale un'auto che, alla vista della pattuglia, spengeva i fari.

I Carabinieri si sono avvicinati, il conducente del veicolo è sceso e ha provato a fuggire ma l'alt intimato dai militari lo ha convinto a fermarsi. L'auto aveva una vistosa ammaccatura sul paraurti anteriore e la rottura di uno specchietto retrovisore, successivamente ritrovato sul luogo dell'incidente. L’uomo, a quel punto, si è giustificato riferendo che un motociclo lo aveva urtato e, poiché il conducente aveva iniziato ad insultarlo, si era allontanato. Ma la sua versione veniva poco dopo smentita visto che il conducente del motociclo, un giovane di Vecchiano di 26 anni, veniva trasportato in stato confusionale ed in gravi condizioni al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Pisa: nello scontro aveva riportato infatti varie fratture esposte degli arti. Il ragazzo è stato poi ricoverato con una prognosi di 30 giorni.

Il conducente dell’autovettura era un albanese (K.I. 32 anni), pregiudicato e noto alle forze dell'ordine, già in regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione con obbligo di restare in casa dalle 20.00 alle 07.00 di tutti i giorni. L’uomo, pertanto, evaso dagli arresti domiciliari, si era posto alla guida dell’autovettura di un parente, risultata poi essere sprovvista di copertura assicurativa e di revisione: il certificato assicurativo esposto infatti era palesemente falso. L’albanese inoltre era sprovvisto di patente di guida nonché sotto l’effetto di sostanze alcoliche con un tasso alcolico pari a 1,77 g/l alla prima prova e 1,54 alla seconda: ai militari intervenuti, che avevano subito percepito l’alito vinoso, aveva dichiarato di aver bevuto solo una birra.                                                                   

Per la gravità del fatto e vista la pericolosità del soggetto, l’uomo è stato dichiarato in arresto per evasione, fuga ed omissione di soccorso e denunciato all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per guida senza patente ed in stato di ebbrezza alcolica, uso di atto falso e ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliarino, evade dai domiciliari e investe un motociclista: ubriaco e senza patente

PisaToday è in caricamento